5 giugno 2020
Aggiornato 09:30
Cremona Fiere

A BioEnergy Italy la premiazione della Targa Beltrami

Per le innovazioni tecniche nel campo dell’allevamento bovino, delle colture vegetali, e della produzione di energia da fonti rinnovabili

CREMONA – Sempre più spesso tecnologia e innovazione fanno la differenza nell’azienda agricola e zootecnica. Non solo perché garantiscono il miglioramento e l’ottimizzazione del lavoro, ma anche perché sono la base su cui costruire un’agricoltura moderna, che produca nuovo reddito, e che sia in grado di confrontarsi sui mercati internazionali.
Questo è lo spirito che da molti anni anima la Targa Beltrami, un riconoscimento che premia le innovazioni tecniche più efficaci nel campo dell’allevamento bovino, delle colture vegetali e della produzione di energia da fonti rinnovabili.
Questo prestigioso concorso, promosso dal Comizio Agrario di Cremona - Ente Eredità Girolamo Beltrami - in collaborazione con CremonaFiere, elegge le migliori novità dell’anno che vengono presentate durante la Fiera Internazionale del Bovino da Latte e, da quest’anno, BioEnergy Italy. Due Manifestazioni in cui si può trovare il meglio del settore proveniente da tutto il mondo, e che ben rappresentano l’agricoltura che funziona e che produce reddito.

Cinque le categorie della Targa Beltrami: Macchine e attrezzature per I'allevamento; Servizi e mezzi tecnici per l'allevamento; Macchine e attrezzature per la lavorazione dei terreni; Servizi e mezzi tecnici per l'ottimizzazione delle culture; Servizi, mezzi tecnici e attrezzature per la produzione di energia da fonte rinnovabile.
A dimostrazione della severità della selezione, quest’anno la giuria, formata da esperti degli specifici settori, ha premiato solamente due categorie: due aziende i cui prodotti rappresentano un concreto miglioramento del lavoro in azienda.
Le due ditte che si sono messe in evidenza sono AB Energy, da Orzinuovi (BS), nella categoria «Servizi, Mezzi tecnici e attrezzature per la produzione di energia da fonte rinnovabile», e IRIM di Ghislotti Bortolo, da Ghisalba (BG), nella categoria «Servizi e Mezzi tecnici per l'allevamento».

La prima presenterà proprio a BioEnergy Italy in anteprima assoluta Ecomax Heat 999, una soluzione modulare compatta che permette di raggiungere risultati senza paragoni nella produzione di biogas: +10% di energia elettrica prodotta e -10% di biomassa impiegata.

IRIM di Ghislotti Bortolo è stata invece premiata per il Materassino Formula, un innovativo materasso per le stalle da latte che, oltre ad essere estremamente resistente e igienico, consente un notevole risparmio all’allevatore perché elimina la gestione della paglia e del suo smaltimento.

La cerimonia di premiazione si svolgerà sabato 19 marzo alle ore 16,00.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal