12 dicembre 2019
Aggiornato 21:30
Sciopero di 24 ore

Tirrenia, Lunedì si fermano i traghetti

Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti: «Battuta d'arresto su cessione»

ROMA - Confermato per lunedì prossimo, 28 febbraio, lo sciopero di 24 ore di tutti gli addetti, marittimi ed amministrativi di Tirrenia. A proclamare unitariamente la protesta Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti «avendo - si legge in una nota - registrato con preoccupazione, nella procedura di privatizzazione di Tirrenia e Siremar, una battuta d'arresto rispetto alle garanzie contrattuali e occupazionali».

Secondo le tre organizzazioni sindacali di categoria «è inaccettabile che la procedura non faccia riferimento ai vigenti contratti di lavoro oggi applicati». Inoltre, «è indispensabile - chiedono Filt, Fit e Uilt - la riapertura del tavolo alla Presidenza del Consiglio, a suo tempo concordato, per una formale riconferma dell'accordo del 6 Settembre 2010 in merito alle garanzie occupazionali e contrattuali da parte di tutti i ministri interessati dalla vertenza». Lo sciopero nel rispetto delle regole interesserà i collegamenti dal continente per le isole non garantiti per legge.