22 gennaio 2020
Aggiornato 23:00
Turismo

«Italia pizza e mafia», Brambilla chiede i danni

L'applicazione «What country» disponibile a pagamento sul negozio online Apple è «offensiva ed inaccettabile»

ROMA - «Ho dato mandato all'Avvocatura dello Stato di procedere nelle sedi opportune contro i responsabili del grave danno d'immagine arrecato al nostro Paese». E' quanto afferma il ministro del Turismo Michela Vittoria Brambilla, titolare della delega alla tutela ed al rilancio dell'immagine dell'Italia e del made in Italy, in relazione all'applicazione 'What country' disponibile a pagamento sul negozio online Apple, in cui l'Italia è identificata con 'pizza, mafia, pasta, scooters'.

RAPPRESENTAZIONE OFFENSIVA - «Si tratta ovviamente - avverte il ministro - di una rappresentazione offensiva ed inaccettabile, per di più accompagnata da un testo 'esplicativo' che, se possibile, peggiora ulteriormente le cose. L'Italia è un faro nel mondo per la sua storia, la sua cultura ed il suo stile. Come cittadina e come ministro non posso permettere che si getti discredito sul nostro Paese utilizzando un'organizzazione criminale come nostro testimonial».
«Tutto questo fa grande torto all'Italia e agli italiani. Tale immagine distorta, alla cui creazione hanno contribuito anche tante pellicole cinematografiche diffuse in tutto il mondo, deve essere definitivamente corretta. Perciò - conclude Brambilla - ho chiesto ad Apple di rimuovere l'applicazione da APP-store e ho dato mandato all'Avvocatura dello Stato di procedere nelle sedi opportune contro i responsabili».