4 giugno 2020
Aggiornato 16:30
Telecom

Bernabè: banda ultralarga entro il 2010

In sei città italiane. Presentate offerte all'Agcom: «Siamo fiduciosi su decisione positiva dell'Authority»

ROMA - Telecom Italia è pronta a partire nell'offerta di servizi per la banda ultralarga, entro l'anno, in sei città italiane: Roma, Milano, Torino, Bari, Catania e Venezia. Le offerte devono ricevere il via libera dell'Agcom, cui oggi l'amministratore delegato Franco Bernabè ha presentato il programma operativo. Lo ha spiegato lo stesso Bernabè al termine dell'incontro con il presidente dell'Autorità, Corrado Calabrò.

PROGETTO PARTITO - Al termine dell'incontro ha spiegato che all'Autorità ha «rappresentato i programmi operativi per lo sviluppo della banda ultralarga in Italia che prevedono l'avvio della realizzazione della infrastruttura di rete e dei servizi nel 2010 per sei città : Roma, Milano, con cui abbiamo già iniziato lo scorso anno, Catania, Bari, Venezia, Torino». Secondo Bernabè l'incontro «testimonia che il grande progetto della banda ultralarga in Italia è partito. Telecom Italia nonostante gli investimenti non può avviare la commercializzazione mentre altri che non hanno i nostri vincoli sono partiti». «Abbiamo rappresentato la richiesta - ha aggiunto Bernabè - per la commercializzazione. Noi siamo regolati, non possiamo andare sul mercato senza autorizzazione. L'Autorità sulla base degli elementi presentati ora deciderà l'offerta e ci consentirà la commercializzazione e noi pensiamo deciderà in modo positivo». Bernabè ha sottolineato come all'Autorità sia «stato presentato il piano completo di potenziamento della infrastruttura mobile verso la banda ultralarga, rappresentando che l'infrastruttura fissa e mobile cresceranno in modo armonico».

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal