20 febbraio 2020
Aggiornato 23:24
Materie prime

Oro tocca il record assoluto a New York

L'oro ha toccato quota 1.279,5 dollari l'oncia. In rialzo del 16% nel 2010

NEW YORK - L'oro è salito a valori record a New York con gli investitori che vedono nel metallo prezioso un rifugio contro l'instabilità dell'economia globale e dei mercati finanziari. In forte rialzo anche l'argento, a quota 20,77 dollari l'oncia, ai valori massimi dal marzo 2008. L'oro è salito a 1.279,5 dollari l'oncia, superando il record toccato martedì a 1.276,5 dollari. Nel corso della giornata si è stabilizzato a quota 1.273,8 dollari l'oncia.

L'oro nel 2010 è salito del 16%, e si avvia a chiudere il 10 anno consecutivo di rialzi, cosa che non accadeva almeno dagli anni '20. In questo periodo di instabilità finanziaria, la performance dell'oro ha superato nettamente quella dei titoli azionari, dei buoni del tesoro, e di qualsiasi altro metallo prezioso.§
Ieri Alan Greenspan, ex presidente della Federal Reserve, parlando al Council of Foreign Relations a New York, ha ricordato che l'aumento del prezzo dell'oro è un chiaro segnale di malessere nel sistema finanziario. «L'oro è come un canarino in una miniera» , ha detto Greenspan. «Segnala problemi sul mercato valutario. Le banche centrali dovrebbero prestarci attenzione».