6 dicembre 2019
Aggiornato 01:00
L'odissea

La Tirrenia «Clodia» non arriva a Cagliari

Ulteriore beffa per i passeggeri, bloccati in precedenza a Civitaveccha per un'avaria al motore: «trattati da bestie»

CAGLIARI - E' finita con un'ulteriore beffa per i passeggeri l'odissea del traghetto della Tirrenia «Clodia», bloccato a Civitavecchia per un'avaria al motore. La nave, partita alle cinque di questa mattina dal porto laziale (ma l'orario ufficiale previsto era mezzanotte), è arrivata ad Arbatax, prima tappa prima della destinazione finale, Cagliari, ma non ripartirà dal porto ogliastrino verso il capoluogo sardo.

I passeggeri in arrivo dovranno proseguire il viaggio verso Cagliari in auto o in bus, mentre quelli che devono imbarcarsi stasera da Cagliari per Civitavecchia, dovranno farlo da Arbatax. Altri disagi, quindi, per i passeggeri che utilizzano le navi Tirrenia.

Una situazione che va ad aggiungersi a quella vissuta dagli altri 1700 viaggiatori rimasti a terra a Civitavecchia l'altro giorno e imbarcati in parte sulla nave Tirrenia Sharden diretta ad Olbia, in parte sull'Aurelia diretta ad Arbatax. «Siamo stati trattati da bestie», questo il commento unanime dei viaggiatori protagonisti dell'odissea. Le associazioni dei consumatori sono sul piede di guerra e sono attese migliaia di richieste di risarcimento alla compagnia di navigazione Tirrenia.