29 marzo 2020
Aggiornato 20:00
Credito

Rallenta il calo della domanda di prestiti: ad aprile -3%

Le evidenze dell’analisi del patrimonio informativo di EURISC – Il Sistema di Informazioni Creditizie di CRIF

MILANO - Nel mese di aprile 2010 la domanda di prestiti da parte delle famiglie italiane (nel suo aggregato di prestiti personali e prestiti finalizzati) rallenta il calo, facendo registrare un -3%, a parità di giorni lavorativi, rispetto allo stesso mese del 2009.

Di seguito sono riportati i dati di dettaglio ad aprile 2010 della domanda di prestiti rilevata su EURISC, il Sistema di Informazioni Creditizie di CRIF che raccoglie i dati relativi a oltre 74 milioni di linee di credito.
Le variazioni rispetto allo stesso mese dell’anno precedente sono indicate sia a valori assoluti sia ponderate, cioè al netto dell’effetto prodotto dal differente numero di giorni lavorativi.

Analizzando la domanda dei prestiti del primo quadrimestre del 2010 e confrontandola con i valori dello stesso periodo del 2009 si registra un calo complessivo del -5%, stesso calo che il primo quadrimestre del 2009 registrava rispetto al corrispondente periodo del 2008.

Distinguendo la domanda nelle due macrotipologie di finanziamenti, prestito personale e prestito finalizzato, si evidenzia come la diminuzione del calo complessivo di aprile 2010 sia da attribuire prevalentemente ai prestiti finalizzati, che da un -13% del mese scorso sono passati a un -4% (ponderato sui giorni lavorativi) rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. L’andamento dei prestiti personali rimane invece pressoché stabile e con un calo più contenuto (-2%).

La distribuzione complessiva di durate e importi rimane costante e omogenea nelle varie classi. Cresce però la quota dei prestiti finalizzati nelle fasce di importo cosiddette small ticket e nelle durate più brevi. Al contrario i prestiti personali si stanno lentamente spostando verso le classi di importo più elevato e nelle durate più lunghe.

L’importo medio dei prestiti finalizzati è in leggero ma costante calo.
Nel primo quadrimestre dell’anno è stato pari a 6 mila euro, contro i 6,5 mila euro dello stesso periodo dell’anno scorso.

Diversamente l’importo medio dei prestiti personali, dopo un periodo di calo pressoché costante dal 2008, è in ripresa a partire dagli ultimi mesi dello scorso anno: ad aprile 2010 ha segnato un +1% rispetto allo stesso mese del 2009.
L’importo medio in richiesta del primo quadrimestre dell’anno è pari a 12,7 mila euro, contro i 12,4 mila euro dello stesso periodo dell’anno scorso.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal