5 aprile 2020
Aggiornato 04:00
Ricavi totali consolidati a 1.138,4 milioni di Euro (+2,6%)

MARR: nel 2009 utile in salita

Utile netto consolidato a 38,5 milioni di Euro (+20,7%). Proposto dividendo lordo di 0,46 Euro per azione (+7,0%)

Rimini, 8 marzo 2010 – Il Consiglio di Amministrazione di MARR S.p.A. (Milano: MARR.MI), società leader in Italia nella commercializzazione e distribuzione di prodotti alimentari al foodservice , ha approvato oggi il bilancio consolidato ed il progetto del bilancio d’esercizio 2009, che verrà sottoposto all’Assemblea degli Azionisti il prossimo 23 aprile.

Principali risultati consolidati dell’esercizio 2009
Nel 2009 i ricavi totali consolidati hanno raggiunto 1.138,4 milioni di Euro con una crescita del 2,6% rispetto a 1.109,3 milioni di Euro del 2008.
In progresso la redditività operativa con EBITDA a 73,8 milioni di Euro (+3,9% rispetto ai 71,1 milioni di Euro del 2008), che raggiunge il 6,5% di incidenza sui ricavi totali (6,4% nel 2008) ed EBIT a 63,2 milioni di Euro (+3,8% rispetto ai 60,9 milioni di Euro del 2008).
In miglioramento anche il risultato della gestione finanziaria che ha fatto registrare oneri finanziari netti pari a 4,7 milioni di Euro, con una riduzione di 6,5 milioni di Euro rispetto al 2008 (ciò anche grazie alla riduzione dei tassi di interesse).
Il risultato netto consolidato ha così raggiunto i 38,5 milioni di Euro, in incremento del 20,7% rispetto ai 31,9 milioni di Euro del 2008.
Al netto delle quote di pertinenza dei terzi, l’utile di Gruppo è stato pari a 38,1 milioni di Euro (31,7 milioni di Euro nel 2008).
A fine 2009 l’indebitamento finanziario netto è stato di 156,3 milioni di Euro rispetto ai 150,7 milioni di Euro del 31 dicembre 2008.
Nel 2009 migliora la generazione di cassa con un free cash flow prima dei dividendi pari a 23,1 milioni di Euro, rispetto ai 2,7 milioni di Euro dell’esercizio 2008.
Il patrimonio netto consolidato a fine esercizio è stato pari a 192,7 milioni di Euro (182,8 milioni di Euro nel 2008).

Risultati della Capogruppo MARR S.p.A. e proposta di dividendo
La Capogruppo MARR S.p.A. ha realizzato ricavi totali per 1.054,4 milioni di Euro rispetto a 1.031,1 milioni di Euro del 2008 (+2,3%) ed un utile netto di 38,5 milioni di Euro, in incremento del 27,2% rispetto ai 30,3 milioni di Euro del 2008.
Il Consiglio di Amministrazione ha proposto all’Assemblea degli Azionisti la distribuzione di un dividendo lordo di 0,46 Euro per azione (+7,0% rispetto a 0,43 Euro del precedente esercizio), con un pay out ratio di circa l’80% e accantonamento a Riserva dell’Utile non distribuito. La data per il pagamento del dividendo è stata indicata nel 27 maggio con «stacco cedola» il 24 maggio.
«Archiviamo il 2009 con i risultati migliori della storia di MARR. – ha commentato l’Amministratore Delegato Ugo Ravanelli – In un anno evidentemente complicato con una domanda debole e una generalizzata riduzione del prezzo medio di vendita, il Gruppo MARR ha conseguito gli obiettivi di crescita pianificati, rafforzato la sua quota di mercato e migliorato la propria marginalità operativa.»
«Sono risultati ottenuti con un approccio concreto – ha proseguito Ravanelli – attraverso il quale abbiamo adeguato la nostra offerta e affinato i nostri processi interni per aumentare il servizio e l’efficienza operativa. Abbiamo effettuato interventi che ci hanno permesso di gestire la contingenza e di migliorare la nostra presenza sul mercato, ma soprattutto di acquisire nuovi strumenti, utili per rafforzare l’operatività del nostro Gruppo anche in futuro».

Risultati per segmento di attività nell’esercizio 2009
Nel 2009 le vendite del Gruppo MARR hanno raggiunto 1.125,1 milioni di Euro, facendo registrare una crescita di circa 32 milioni di Euro rispetto a 1.093,6 milioni di Euro dell’anno 2008. L’espansione del volume d’affari in un anno difficile per i consumi alimentari fuori casa conferma la capacità del Gruppo di sovraperformare con continuità il proprio mercato di riferimento.
Le vendite verso i clienti della «Ristorazione commerciale e collettiva» (clienti delle categorie Street Market e National Account ) nell’anno 2009 sono state di 899,9 milioni di Euro, in crescita rispetto agli 891,0 milioni di Euro del 2008, nonostante le dinamiche deflattive sulla quasi totalità dei settori merceologici che hanno caratterizzato l’intero anno 2009.
Tra i clienti della «Ristorazione», le vendite alla categoria dello » Street Market » (ristoranti e hotel non appartenenti a Gruppi o Catene) hanno raggiunto i 694,6 milioni di Euro, mentre quelle alla categoria dei » National Account » (operatori della ristorazione commerciale strutturata e della ristorazione collettiva) sono state pari a 205,3 milioni di Euro.
Le vendite ai clienti della categoria dei » Wholesale » (grossisti) hanno raggiunto i 225,2 milioni di Euro, in crescita rispetto ai 202,6 milioni del 2008.

Eventi successivi alla chiusura dell’esercizio
Nei primi giorni di gennaio l’Agenzia Regionale Intercent-ER ha comunicato l’aumento dell’attuale convenzione con MARR S.p.A., e relativa alla fornitura di prodotti alimentari e non alimentari alle Pubbliche Amministrazioni della regione Emilia-Romagna, per un importo di 12,4 milioni di Euro, pari ai 2/5 del valore iniziale.
Lo scorso 14 febbraio si è tenuto il Convegno Nazionale dell’organizzazione di vendita MARR («Sicuramente MARR»), evento che ha visto la partecipazione di oltre 700 persone tra venditori e management commerciale. La manifestazione è stata l’occasione per presentare nuove linee di prodotti a marchio proprio (tra cui carni di provenienza scozzese a marchio «Aberdeen meat», nuova e ampliata linea di prodotti per l’happy hour con il marchio «King taste» e una linea di prodotti senza glutine per la celiachia) e una nuova release del software proprietario per la gestione delle attività del venditore («MARR Sales»), in cui, tra l’altro, è stato inserito uno strumento per una più efficace gestione del credito.
Queste novità vanno nella direzione, da una parte di un continuo rinnovamento dell’offerta al mercato e di una maggiore fidelizzazione dei clienti con prodotti a marchio proprio e ad alto contenuto di servizio, e dall’altra di dare sempre più strumenti ai venditori, anche per il presidio del credito.

Evoluzione prevedibile della gestione
Nel corso del primo bimestre dell’anno, seppure poco significativo per il suo contributo ai ricavi di vendita dell’intero esercizio, la società ha conseguito nei tre segmenti di clientela una crescita dei ricavi allineata agli obiettivi prefissati.
In un mercato che si presenta ancora incerto, il management della società si conferma orientato a rafforzare la propria leadership di mercato, continuando a mantenere sotto controllo la gestione del capitale circolante commerciale ed i livelli di redditività raggiunti e confermati anche nel corso del 2009.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal