25 febbraio 2020
Aggiornato 02:00
I vertici mondiali

Sarkozy apre oggi il Forum di Davos, attesi 30 capi di Stato

Il dibattito sarà dominato dai progetti riforma finanziaria e Haiti

DAVOS - Il presidente francese Nicolas Sarkozy aprirà oggi la quarantesima edizione del Forum economico mondiale a Davos, in Svizzera, in cui il dibattito sarà largamente dominato dai progetti di riforma del settore finanziario. Nella località sciistica dei Grigioni sono attesi da oggi a domenica più di 2.500 dirigenti di grandi imprese e politici di spicco, tra cui trenta capi di Stato e di governo. Sarkozy, che sarà il primo presidente francese a parlare a Davos, pronuncerà il suo discorso inaugurale attorno alle 17.45. Al centro del suo discorso, ha fatto sapere il suo staff, il «dopo crisi» e la «regolamentazione della finanza mondiale».

Un anno fa il Forum di Davos era stato dominato dal timore di una recessione prolungata sulla scia della crisi finanziaria del 2008. Nel frattempo, il massiccio intervento dei governi e delle banche centrali ha permesso il rilancio delle attività. Diversi Stati, tra cui gli Stati Uniti, la Francia e il Regno Unito, intendono completare la riforma del sistema finanziario mondiale per evitare una nuova crisi bancaria e si indirizzano verso un controllo più serrato del settore.