29 marzo 2020
Aggiornato 14:30
Reazioni. Irap

Angeletti: «Se ci sono soldi, taglio tasse prima a lavoratori»

Per il Segretario Generale della UIL: «In tutto il mondo si sostiene domanda perché qui no?»

ROMA - Se ci sono i soldi per tagliare le imposte «allora bisogna ridurre le tasse sul lavoro ai lavoratori dipendenti» e non alle imprese. Per il segretario generale della Uil, Luigi Angeletti, la proposta di ridurre l'Irap rilanciata oggi dal ministro della semplificazione, Roberto Calderoli, «non sta né in cielo né in terra».

Secondo Angeletti, le aziende stanno in difficoltà perché non c'è domanda. «Le aziende vanno male perché hanno poco lavoro.

Quindi è un problema di domanda e non un problema di offerta. E' una regola elementare - sostiene il segretario della Uil - Le aziende chiudono perché non hanno commesse e se gli riduciamo un po' le tasse non risolviamo il problema. In tutto il mondo si cerca di sostenere la domanda, perché qui no?».

Ma allora come si sostengono le imprese? Dobbiamo cercare di dargli lavoro aumentando i consumi e sostenendo gli investimenti - conclude Angeletti - Nei limiti dei soldi che abbiamo, ma se i soldi che abbiamo li sprechiamo per un'altra cosa...».

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal