20 novembre 2019
Aggiornato 02:30
Le banche aderenti all'Abi adotteranno il «Piano famiglie»

Da gennaio la moratoria sui mutui per le famiglie in difficoltà

L'accordo prevede la sospensione del rimborso delle operazioni di mutuo per un tempo di 12 mesi

MILANO - Partirà il prossimo gennaio la moratoria sui mutui per le famiglia in difficoltà. Dopo le imprese, anche le banche aderenti all'Abi adotteranno il «Piano famiglie», che prevede la sospensione del rimborso delle operazioni di mutuo per un tempo di 12 mesi.

Il comitato esecutivo dell'Abi ha dato mandato al presidente, Corrado Faissola e al direttore generale, Giovanni Sabatini, di avviare le azioni necessarie a coordinare ed estendere le misure già in atto a sostegno dei rapporti di credito con le famiglie in difficoltà a seguito della crisi. «Il comitato odierno - ha spiegato Faissola - ha deliberato di realizzare un progetto relativo a un piano di sostegno alle famiglie che tende a rendere più generali, più omogenei i diversi interventi che le nostre associate hanno già realizzato sul territorio». Verrà avviato un colloquio con il Governo e gli enti pubblici e le associazioni dei consumatori per l'attuazione delle misure individuate.

La sospensione delle rate di rimborso dei mutui interesserà, tra gli altri, chi ha perso il posto di lavoro e chi si trova in cassa integrazione.