19 novembre 2019
Aggiornato 14:00

Ponte Ognissanti, Cidec: viaggi brevi e last minute

Dalle stime ci si attende che saranno 4,5 milioni gli italiani in viaggio per le festività di inizio novembre

ROMA - Sarà un «Ponte» del primo novembre breve e last minute. E’ quanto prevede il Centro Studi CIDEC, la Confederazione Italiana dei Commercianti presieduta da Agostino Goldin. Dalle stime ci si attende che saranno 4,5 milioni gli italiani in viaggio per le festività di inizio novembre ma sulla previsione pesa l’incognita dei last minute, formula che sarà particolarmente utilizzata per il prossimo ponte festivo.

Località d’arte e capitali europee saranno le mete più ambite: sarà una vacanza breve quella scelta dagli italiani, con formula tre giorni e due notti, per una spesa media pro-capite che si attesterà sui 290 euro. Alberghi e agriturismi saranno le strutture più gettonate, preferite dal 75 per cento dei viaggiatori: il resto andrà a casa di parenti o amici o in case di proprietà. In Italia, la Toscana è in testa alla classifica delle regioni più gettonate per le vacanze del primo novembre. Seguono l’Umbria, la Campania e il Lazio.

Tra le città preferite, Venezia, Firenze, Roma e la costiera amalfitana. All’estero le mete preferite saranno Londra, Parigi e Barcellona. «Non possiamo ancora parlare di dati definitivi - ha precisato il presidente nazionale della CIDEC, Agostino Goldin – per ora si tratta di semplici proiezioni che fanno però ben sperare anche perché, per il Ponte di Ognissanti, influiranno molto i last minute.

Ad ogni modo, le previsioni sono ottimistiche: non siamo di fronte ad una vera ripresa ma per la stagione che si aprirà con il Ponte di Ognissanti prevediamo dati senz’altro più incoraggianti dell’anno passato. I segnali sono di cauto ottimismo – conclude Goldin - soprattutto se inquadriamo il fenomeno turistico nel più generale andamento dei consumi delle famiglie, che denunciano ancora un atteggiamento piuttosto cauto».