13 luglio 2020
Aggiornato 23:30
Trasporto aereo. Alitalia

Sabelli: «Buone speranze di pareggio in III trimestre per Alitalia»

Bene luglio e agosto, ma quota di mercato domestico -2,8%

ROMA - «E` ancora presto per avere delle certezze sulla possibilità di conseguire un risultato di pareggio per il terzo trimestre, i target di settembre sono tra l`altro impegnativi, ma il buon andamento di luglio e agosto ci lascia buone speranze per raggiungere tale obiettivo, che sarebbe per noi di grande significato pratico e psicologico, anche per il successo del nostro impegnativo piano di rilancio».

Lo afferma l'amministratore delegato di Alitalia, Rocco Sabelli, nel consueto aggiornamento sull'andamento mensile della compagnia ai dipendenti. Dopo luglio anche agosto, spiega Sabelli, «è stato caratterizzato da un buon volume di traffico ed un elevato livello di riempimento degli aerei. I livelli di servizio, in particolare la puntualità, seppure non ancora in linea con le attese, sono migliorate rispetto al mese precedente».

Alitalia, si legge nella relazione, ha trasportato oltre 2,1 milioni di passeggeri con un tasso di riempimento medio degli aerei del 77%, con un ulteriore miglioramento rispetto allo scorso mese di luglio (+4 pp) anche sul segmento intercontinentale (81% circa contro il 76% di luglio). I passeggeri gestiti nell'aeroporto di Fiumicino (tra arrivi, partenze e transiti) sono stati 1,4 milioni (gli stessi di luglio) e il tasso di riempimento medio è stato pari al 73% (82% sull`intercontinentale).

In contrazione la quota Alitalia di mercato domestico che è risultata pari a circa il 52%, -2,8 punti percentuali rispetto a luglio, dovuta, come al solito in questi mesi estivi dell`anno, all`immissione sul mercato di offerta leisure stagionale da parte dei competitor. I volumi delle merci trasportate sono diminuiti dell`11% rispetto a luglio, secondo il tipico andamento stagionale. Le prenotazioni raccolte nel mese sono state pari a 1,5 milioni, in linea con le aspettative del mese e tali da mantenere buona la qualità del portafoglio.

I livelli di regolarità di agosto, tenuto conto anche della riduzione stagionale del numero dei voli, spiega Sabelli nell'informativa, sono stati «elevatissimi» raggiungendo il valore di 99,9%, migliori rispetto a luglio (99,5%) e con un numero medio di cancellazioni giornaliere inferiore a un volo (sulla direttrice Milano-Roma la media giornaliera di cancellazioni è prossima allo zero). Tutti gli scali principali, incluso Fiumicino, presentano tassi di regolarità tra il 99,5% e il 100%. Il livello della puntualità media, pari al 74,2%, sebbene sia ancora al di sotto dei livelli attesi, è «in netto miglioramento» rispetto al mese precedente (a luglio 68,4%). A Fiumicino il livello registrato «è ancora insufficiente» (61%), ma si legge nel documento, in molti aeroporti i livelli di puntualità sono «soddisfacenti e spesso migliori» di tutti gli altri vettori (Linate 88%, Malpensa 71%, Genova 83%, Torino 88%, Venezia 84%, Bologna 85%, Palermo 79%, Reggio Calabria 88%, Bari 74%, Brindisi 74%, Napoli 80%, Cagliari 74%). Il numero di pratiche di disguido bagagli (concentrato sullo scalo di Fiumicino) nel mese è stato pari a 31,1 per ogni 1.000 passeggeri, con un incremento rispetto a luglio (23,4), «ma non superiore ai livelli che in passato hanno caratterizzato la stagione estiva». Il tasso di riconsegna a domicilio entro le 48 ore è stato pari a circa l`80%: nonostante il livello delle performance sia disallineato rispetto alle attese dei clienti e alle nostre aspettative, nel complesso è risultato «conforme ai requisiti previsti da Enac per lo svolgimento delle attività di handling». In peggioramento l`andamento dei reclami (circa 200 al giorno).

Nella comunicazione ai dipendenti, Sabelli parla anche degli attacchi della «stampa», ammettendo che «sicuramente una parte delle critiche che ci sono state rivolte sono fondate a causa dei livelli di servizio ancora insufficienti e sono, quindi, legittime». Ma la sensazione, confessa Sabelli, è che ci sia «un sovrappiù di severità che a noi appare ingeneroso, soprattutto, per il grande sforzo che tutti stiamo facendo». L'amministratore delegato chiede, quindi, ai dipendenti di reagire alle polemiche «con compostezza, ma senza sensi di colpa; evitare le polemiche del giorno per giorno». Sabelli è convinto che «insistere, arrivare dove e quando abbiamo programmato di arrivare, conseguendo i nostri target, sia la via maestra per mutare in positivo il 'sentiment' in maniera vera e stabile».