25 febbraio 2024
Aggiornato 05:00
Economia. Inflazione

ADOC: ancora in crescita i prezzi degli alimentari

Adoc manifesterà contro il carovita il prossimo 23 settembre, insieme ad Adusbef, Codacons e Federconsumatori

ROMA - Ad agosto l'inflazione è salita dello 0,1%, i prezzi su base mensile sono cresciuti dello 0,3%. Per Adoc è paradossale che i prezzi dei beni alimentari continuino a crescere, nonostante dall'inizio del 2009 si registri un calo della domanda del 5%.

«E' paradossale che nel settore alimentari si registri un nuovo aumento dei prezzi commenta Carlo Pileri, Presidente dell'Adoc - nonostante il continuo calo dei consumi che Adoc stima al 5% nel 2009. C'è una profonda situazione di disagio nelle famiglie, costrette a tagliare la spesa alimentare per far fronte alla crisi. Anche i beni secondari, quali abbigliamento e calzature, registrano un forte calo. Negli ultimi saldi, ad esempio, il 46,9% dei consumatori non ha effettuato acquisti, la spesa a famiglia è stata intorno ai 200 euro, il 10% in meno del 2008, quando la spesa fu di 220 euro per nucleo.

Non c'è ripresa, siamo ancora in una fase di recessione grave. Senza interventi decisi la situazione peggiorerà ulteriormente. Occorre un controllo dei prezzi dei carburanti da parte di un'Authority apposita, una diminuzione dei prezzi dei prodotti alimentari del 20%, con la riduzione della filiera, e controlli anche fiscali sui mercati all'ingrosso. Inoltre è urgente un controllo degli affitti e delle rate dei mutui per la casa. L'Adoc, insieme a Adusbef, Codacons e Federconsumatori, scenderà in piazza contro il carovita il 23 settembre prossimo».