13 giugno 2024
Aggiornato 09:30
«Speriamo in forte risveglio dell'attività internazionale»

Confindustria: «Meglio di attese, ma situazione resta grave»

Paolazzi: «Confermiamo pil 2009 a -4,9%, III trim. torna positivo»

ROMA - Il calo congiunturale del Pil dello 0,5% nel secondo trimestre «è un dato assolutamente migliore di quello che ci aspettavamo, aldilà del dato negativo sulla produzione industriale di giugno. Noi, infatti, ci aspettavamo un calo del Pil nel secondo trimestre dello 0,7%. Per il terzo trimestre ci aspettiamo un piccolo segno positivo e per il 2009 restano confermate le nostre stime di un calo del Pil del 4,9%».

Ad affermarlo all'Apcom è il direttore del Centro Studi di Confindustria, Luca Paolazzi, che aggiunge: «il quadro comunque resta molto grave» e «o c'è un forte risveglio dell'attività internazionale o alcune imprese rischiano di chiudere e il dramma è che sono imprese che hanno fatto di tutto per essere competitive».