4 aprile 2020
Aggiornato 05:00
Mondo agricolo e cooperazione costituiscono un nuovo Coordinamento

Interventi per il comparto cerealicolo e proteoleaginoso

Ne fanno parte Cia, Confagricoltura, Copagri, Fedagri-Confcooperative e Legacoop-Agroalimentare

ROMA - Cia-Confederazione italiana agricoltori, Confagricoltura, Copagri, Fedagri-Confcooperative e Legacoop-Agroalimentare hanno dato vita ad un Coordinamento per gestire insieme le criticità della filiera cerealicola e proteoleaginosa.

L’obiettivo è di valorizzare l’approccio comune nel confronto sulle politiche legislative e di mercato condividendo azioni e strategie di politica settoriale per essere più incisivi con le istituzioni e per promuovere sinergie operative da investire con attenzione particolare alle organizzazioni di produttori ed ai loro rapporti con gli altri attori della filiera.

Le organizzazioni del Coordinamento sottolineano che la volatilità del mercato, l’esigenza di dare risposte alla domanda di qualità che viene dal mercato e, non ultimo, il recupero di marginalità di gestione per rendere competitive le imprese sono i punti di attenzione del progetto operativo sul quale le imprese aderenti alle organizzazioni del coordinamento si impegneranno anche per utilizzare proficuamente gli strumenti a disposizione, quali ad esempio accordi quadro, contratti di filiera e piani di sviluppo rurale.

Il Coordinamento affronterà le tematiche settoriali nella logica degli accordi di filiera facendosi parte attiva nei confronti della componente industriale e da subito per un incontro con Italmopa.
Analogamente, il Coordinamento porterà il proprio contributo ai Tavoli istituzionali nazionali e comunitari.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal