20 settembre 2019
Aggiornato 14:00
EDISON, BEH e DEPA

Siglato accordo gasdotto Grecia-Bulgaria

Cresce la valenza strategica del Corridoio Sud ITGI (Interconnessione Turchia, Grecia Italia)

SOFIA – BEH (Bulgarian Energy Holding), DEPA (The Greek Public Gas Corporation) e Edison hanno firmato oggi un Memorandum of Understanding volto alla realizzazione del nuovo gasdotto IGB (Interconnector Greece–Bulgaria) fra Grecia e Bulgaria.

«Con la firma di questo accordo – sottolinea Roberto Potì, Direttore Centrale per le attività internazionali Edison – Edison conferma la sua presenza nell’area balcanica come operatore di riferimento nel settore energetico. L’IGB rafforza la valenza regionale del progetto ITGI e consente ai Paesi Balcanici maggiore sicurezza ed autonomia degli approvvigionamenti attraverso la diversificazione delle fonti. Paesi quali la Bulgaria, la Romania e FYROM (Former Yugoslav Republic of Macedonia) rientreranno così in una rete più ampia di approvvigionamento gas e saranno perciò meno esposte a eventuali situazioni di incertezza e di crisi.»

L’accordo siglato oggi a Sofia, prevede la costituzione di un Asset Company paritetica fra BEH e Poseidon per la realizzazione dell’opera. Poseidon è la società partecipata pariteticamente da Edison e Depa impegnata nella realizzazione del gasdotto tra Grecia e Italia, a completamento del Corridoio Sud tra Turchia, Grecia e Italia (ITGI) che permetterà all’Europa l’importazione di gas naturale dalle aree del Mar Caspio e del Medio Oriente. L’accordo prevede inoltre la costituzione di una Commercial Company fra Edison, DEPA e BEH per la commercializzazione del gas alle frontiere della Bulgaria e dei paesi confinanti.

L’IGB è un metanodotto di 160 km tra Komotini (Grecia) e Dimitrovgrav (Bulgaria) con una capacità compresa fra 3 e 5 miliardi di metri cubi di gas all’anno per fornire alla Bulgaria l’accesso a nuove fonti di approvvigionamento attraverso la Grecia.

Gli investimenti previsti ammontano complessivamente a 120 milioni di euro, con la possibilità di accesso - in fase di iter di approvazione – a fondi previsti dall’European Economic Recovery Plan dell’UE per circa 45 milioni di euro.

L’efficacia del Memorandum è subordinata all’approvazione dei competenti organi delle società interessate.

Background Corridoio Sud: ITGI - Interconnector Turkey Greece Italy
Il gasdotto ITGI consentirà all’Italia e all’Europa di importare fino a 10 miliardi di metri cubi di gas naturale all’anno dalle aree del Mar Caspio e del Medio Oriente attraverso la Turchia e la Grecia. Il corridoio si articola in tre sezioni: la rete nazionale dei gasdotti turca; l’interconnessione Turchia-Grecia (ITG), operativa già da novembre 2007 e il gasdotto Grecia-Italia (IGI) in via di realizzazione. ITGI rappresenta una nuova via di approvvigionamento del sistema energetico europeo, in grado di incrementarne la sicurezza e favorire lo sviluppo della concorrenza sul mercato del gas nell’Unione Europea. L’Unione Europea ha riconosciuto la rilevanza strategica di ITGI come Progetto d’Interesse Europeo inserendolo nei progetti per lo sviluppo del Corridoio Sud dell’European Recovery Plan con una proposta di finanziamento di 100 milioni di Euro.