16 settembre 2019
Aggiornato 09:00
Strutture ricettive

Il Comitas contro i portali online senza controllo

Denunciate all'antitrust le recensioni fasulle che «viaggiano» in rete danneggiando gli albergatori onesti

Parte la nuova battaglia legale COMITAS/CODACONS per tutelare gli operatori del settore turistico ingiustamente penalizzati dalle recensioni in rete prive di controllo.
«Tripadvisor - spiega l'associazione – è uno dei più noti portali che ad oggi conta oltre 20 milioni di recensioni realizzate da viaggiatori di ogni parte del mondo, capace di influenzare in modo consistente la scelta di un potenziale cliente che intende prenotare un albergo.

Il malfunzionamento che comincia a degenerare l'autenticità e la spontaneità dei «social network» in generale e di Tripadvisor in particolare determina una preoccupante distorsione del mercato e della concorrenza leale; come emerso da una analisi del Sunday Times, riscontrata in Italia dal centro Studi Codacons-Comitas, quasi un terzo delle recensioni non corrispondono a ospiti veri; una parte esalta un'altra parte denigra un albergo alterando i rating fino al punto di promuovere alberghi che non meritano e distruggere la reputazione di altri che meritano.

Il nostro intento – prosegue il COMITAS – è quello di sensibilizzare le istituzioni nei riguardi di un problema che coinvolge un numero elevatissimo di cittadini e di denunciare le azioni sospette all'Antitrust. Stiamo, inoltre, organizzando un gruppo di pressione per agire direttamente sulle fonti che pubblicano recensioni faziose, sterilizzandone la forza persuasiva.

«ALBERGO SICURO» è il nome dell'iniziativa che stiamo realizzando per arginare questo problema e che «ospiterà» - conclude l'associazione – quanti tra gli albergatori danneggiati vorranno contrastare la concorrenza sleale e difendere il proprio diritto ad operare in un mercato sano e lealmente competitivo».