21 novembre 2019
Aggiornato 01:00
Ddl sviluppo

Eluse attese consumatori: class action in primis

Paolo Landi, Adiconsum: «La class action approvata, purtroppo, è totalmente inefficace. Accolte solo le istanze di Confindustria»

La legge sullo sviluppo viene definita «storica» dal ministro Scajola. Purtroppo non così è per il capitolo «consumatori».
 
CLASS ACTION
Il provvedimento più atteso quello sulla class action, che lo stesso ministro si era impegnato a migliorare rispetto al testo del Governo Prodi non sarà di alcuna utilità nell’accrescere la tutela dei consumatori contro le furbizie, i raggiri e le truffe.

Questo giudizio così drastico è dovuto al fatto che:
·      la possibilità di attivare la procedura dell’azione collettiva è riservata ai consumatori e non alle associazioni consumatori riconosciute dal Ministero stesso come negli altri Paesi;
·      la possibilità di ricorso è limitata ad interessi identici, restringendolo quindi a casi eccezionali, poiché nella realtà non esistono interessi identici, ma omogenei;
·      chi attiva la procedura corre il rischio di risarcire l’impresa nel caso in cui l’azione collettiva non sia ammessa dal giudice (il c.s. danno punitivo);
·      i consumatori devono farsi carico di tutte le spese di pubblicità (e non di informazioni) stabilite dal giudice;
·      Una procedura che ha come conseguenza la paralisi dei tribunali, poiché ogni consumatore coinvolto dovrà depositare lì la propria documentazione probatoria;
·      Infine, se il risarcimento verrà ammesso dal giudice questo sarà correlato a quanto previsto dalle c.d. Carte dei servizi che prevedono solo risarcimenti simbolici.
Adiconsum conferma quindi l’esigenza di apportare modifiche a questo testo se effettivamente si vuole dare uno strumento per risarcire le migliaia di consumatori vittime di frodi e di raggiri.

Prezzo carburanti
il click per conoscere il prezzo dei carburanti è un provvedimento utile, ma del tutto marginale. Ciò che abbiamo chiesto al ministro è che fossero stabiliti i criteri di adeguamento del prezzo alla pompa rispetto al prezzo del greggio.
 
Prezzi trasparenti energia, telecomunicazioni, trasporti marittimi
Il prezzo effettivo è un passo avanti, ma non permette ai consumatori di confrontare i prezzi e quindi scegliere quello più conveniente.
 
Polizze pluriennali
La soluzione indicata è positiva, perché vincola il contratto pluriennale a condizioni più vantaggiose per il consumatore.
 
Contraffazione
Giuste la norma, ma rischia di restare disattesa se non seguono i controlli.
 
Legge annuale per il mercato e la concorrenza
Positiva perché potrà consentire di affrontare i problemi emersi nel settore del consumo e dei servizi e di indicare adeguate soluzioni.