26 agosto 2019
Aggiornato 07:30
Crisi economica

Almunia: «Non siamo più in caduta libera»

«Per la prima volta da metà 2007 ci sono segnali positivi»

BRUXELLES - «Non siamo più in caduta libera«. Così il commissario Ue agli Affari economici e monetari, Joaquin Almunia, ha descritto lo scenario che emerge dalle previsioni economiche pubblicate oggi a Bruxelles. Sebbene la crescita di Ue e eurolandia sia in calo del 4% per quest'anno, l'anno prossimo dovrebbe migliorare a -0,1%.

PREVISIONI - «Le previsioni sono circondate da un'incertezza considerevole e i rischi sono principalmente al ribasso», ha spiegato Almunia, aggiungendo: «Spero che questa sia l'ultima revisione al ribasso che formuliamo, e anzi spero che ce ne saranno al rialzo. La crisi non è finita ma non siamo più in caduta libera, anche se non abbiamo la massa critica di dati per dire che ne siamo usciti».

REALISMO - Per Almunia - che ha ricordato come per la prima volta dalla metà del 2007 ci sono dei segnali positivi - quella di una ripresa è una previsione «non ottimista ma realistica, anche in un periodo di alta incertezza».