29 marzo 2020
Aggiornato 20:00
Zimbabwe

Tsvangirai: Arresteremo chi occupa le fattorie

Il Premier zimbabwano contro la riforma agraria di Mugabe

HARARE - Il premier dello Zimbabwe Morgan Tsvangirai intende proteggere i proprietari terrieri del Paese e ha minacciato di arrestare tutti coloro che occuperanno illegalmente le fattorie di proprietà di agricoltori bianchi. Come riporta il sito web della Bbc, Tsvangirai, nel suo primo discorso pubblico dopo l'incidente stradale di inizio marzo in cui è morta la moglie, ha detto che saranno arrestati «i ladri di terre».

La posizione di Tsvangirai è in piena rottura con quella del presidente Robert Mugabe, il quale da un decennio incoraggia l'occupazione dei terreni dei bianchi e ha detto che il governo continuerà a confiscare le tenute nel quadro della sua riforma agraria. Mugabe e Tsvangirai hanno formato un governo di unità nazionale lo scorso mese, e subito dopo sono riprese le occupazioni illegali delle terre.

Parlando di fronte a una platea di diplomatici, uomini d'affari ed esponenti della società civile, Tsvangirai ha detto che il suo governo considera come «furti» queste azioni che danneggiano la produzione agricola «nel nome della riforma agraria». «Coloro che continueranno a compiere azioni simili saranno arrestati e saranno processati nei tribunali», ha detto.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal