20 gennaio 2021
Aggiornato 00:30

G20, Zoellick: 2009 sarà pericoloso, pensare a nuovi interventi

Il presidente della Banca Mondiale: «Serve nuova spinta a economia»

BRUXELLES - Il 2009 sarà un anno pericoloso e le maggiori economie mondiali devono trovare la maniera di individuare nuovi strumenti per sostenere l'economia. Lo ha detto Robert Zoellick, presidente della Banca Mondiale, intervenendo ad un convegno organizzato a Bruxelles dal German Marshall Fund.

«Il 2009 sarà un anno molto pericoloso», ha detto Zoellick, ricordando le più recenti previsioni delle istituzioni internazionali e uno studio della sua stessa banca sulla mortalità delle aziende negli ultimi mesi. Secondo il presidente della Banca Mondiale «al prossimo G20 di Londra bisognerà trovare dei meccanismi per dare una forte spinta all'economia. E' una cosa che va fatta, dal G20 devono uscire delle proposte nuove per fare ripartire l'economia e far ripartire il credito».

Zoellick ha poi detto di aver molto apprezzato la decisione della Ue di stanziare fino a 50 miliardi di euro per aiutare i paesi dell'Unione all'Est ad affrontare le difficoltà della crisi.