30 marzo 2020
Aggiornato 11:00
Continua l'ascesa del Prosciutto di Parma in vaschetta

Vola il Parma in vaschetta: +6,5%

Il trend di crescita del Parma preaffettato è sorprendente: dal 2000 i volumi sono passati da 15 a 52 milioni di vaschette

Continua l'ascesa del Prosciutto di Parma in vaschetta che chiude il 2008 con un +6,5% rispetto all'anno precedente.
Le 167 aziende del Consorzio hanno venduto 52 milioni di confezioni pari ad oltre 5.500 tonnellate di prodotto.
Di queste, 15 milioni di confezioni sono rimaste in Italia mentre 37 milioni hanno varcato i confini della penisola.

Il trend di crescita del Parma preaffettato è sorprendente: dal 2000 i volumi sono passati da 15 a 52 milioni di vaschette.
L'incremento registrato nel 2008 (+ 3 milioni di confezioni) riguarda sia l'Italia (+8,4%) che l'estero (+5,7%).

A trainare l'export della vaschetta è sempre il Regno Unito, con 13 milioni di confezioni (+3,6%), ma è significativa la crescita degli altri principali mercati, soprattutto Belgio (+5,0% con 4 milioni di confezioni), Olanda (+142,2% con 1,6 milioni di confezioni) e Svezia (+62,2% con 850 mila confezioni).

Al di fuori dell'Unione Europea, leggermente in calo gli Usa (-2,2% con 1,5 milioni di confezioni), in crescita il Canada (+30,6% con 260 mila confezioni) e il Giappone (+23,2% con 360 mila confezioni).

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal