13 dicembre 2019
Aggiornato 12:01
Carte di pagamento - Sondaggio Ispo

Gli italiani “promuovono” le carte di pagamento per comodità e sicurezza

Secondo un sondaggio ISPO, il 59% le sceglie perché fanno risparmiare tempo, il 77% perché sono lo strumento più comodo ed il 56% per sentirsi più tranquillo. Eppure in Italia tanti pagamenti si fanno ancora in contante

Più comode, pratiche e sicure del denaro contante, le carte di pagamento fanno risparmiare tempo e preoccupazioni alle famiglie italiane che le considerano anche un valido aiuto per tenere sotto controllo – grazie all'estratto conto - il budget e le spese familiari. Eppure, come ammettono anche coloro che possiedono una o più carte di credito, di debito o prepagate nel proprio portafogli, la «moneta elettronica» resta rispetto al contante uno strumento ancora troppo poco utilizzato nella maggior parte delle occasioni di pagamento. Sono questi i principali risultati di un sondaggio condotto dall'Istituto per gli Studi sulla Pubblica Opinione (ISPO) in occasione della campagna promossa da PagoBANCOMAT e Visa per favorire la riduzione dell'utilizzo del contante in favore delle carte, più moderne ed efficienti. Ecco, in sintesi, la fotografia degli «italiani e gli strumenti di pagamento» che emerge dallo studio condotto su un campione rappresentativo della popolazione nazionale.

Con le carte si risparmia tempo ...
La «moneta elettronica» è uno strumento efficiente e veloce, che fa risparmiare tempo prezioso, oltre che ansie e preoccupazioni. Per il 59% degli italiani pagare con le carte permette di evitare «code» e attese inutili, soprattutto ai caselli dell'autostrada (65%) e alle casse dei supermercati (53%), mentre per il 55% tutti dovrebbero usare il «denaro di plastica» per accelerare i tempi di pagamento. Secondo il sondaggio realizzato dall'ISPO, ad apprezzare la velocità delle carte sono soprattutto le persone d'età compresa tra i 25 e i 54 anni (68%), che lavorano (74%, specie se imprenditori, liberi professionisti ed impiegati) e dunque fanno del «risparmio di tempo» un imperativo categorico.

Con le carte pagare è più comodo ...
Per il 77% degli italiani intervistati - l'88% se si considerano solo quelli che ne possiedono una – la carta è lo strumento di pagamento più comodo. Soprattutto in occasioni particolari come i viaggi e le vacanze, infatti, il «denaro di plastica» consente di lasciare a casa il contante insieme alle preoccupazioni per gli eventuali furti o smarrimenti (86%). Ma la «moneta elettronica» è utile anche in periodi come quello dello shopping natalizio o dei saldi di fine stagione, perché permette di fare i propri acquisti in tranquillità senza il timore di ritrovarsi senza soldi in tasca e senza lasciarsi scappare qualche affare (83%).

Con le carte meno ansie e preoccupazioni...
Le carte di pagamento aiutano le famiglie italiane a vivere gli impegni e gli appuntamenti quotidiani senza ansie e preoccupazioni. Il 56% degli intervistati, infatti, si sente più tranquillo con una carta in tasca o nel portafogli. In primo luogo perché sono uno strumento sicuro: anche in caso di furto o smarrimento, infatti, è sufficiente una telefonata per bloccarle e renderle inutilizzabili, come dichiara l'80% degli intervistati. Inoltre, con la «moneta elettronica» in tasca si può lasciare a casa il contante e andare in giro tranquilli: il 92% della popolazione considera rischioso girare con molto denaro nel portafogli, soprattutto se si trova in una grande città, mentre solo il 27% si sente sicuro portando con sé molto contante.

Con le carte pianificare le spese familiari è più facile ...
Il «denaro di plastica» facilita anche la migliore gestione del budget familiare. Secondo il 68% degli italiani, infatti, l'estratto conto della carta è uno strumento prezioso per conservare traccia delle proprie spese - evitando di dimenticare quelle fatte nel corso del mese, come accade di frequente al 47% degli intervistati - e per progettare i pagamenti da fare. Ad apprezzare l'aiuto fornito dalle carte sono soprattutto le casalinghe e le persone con più di sessantacinque anni che sottolineano l'efficienza di questo sistema di «pianificazione finanziaria».

Ma gli italiani usano ancora troppo il contante ...
Nonostante le carte siano considerate lo strumento di pagamento più comodo, sicuro e veloce, la maggior parte degli italiani preferisce il denaro contante per le spese quotidiane: nel negozio sotto casa (92%), dal parrucchiere o dall'estetista (91%), in palestra (78%), al ristorante o in pizzeria (73%), al supermercato o nei centri commerciali (58%), nei negozi di abbigliamento (56%), e così via. Su questo fronte, il sondaggio ISPO conferma dunque il ritardo dell'Italia rispetto al resto d’Europa: ogni italiano, infatti, fa mediamente 21,6 operazioni con carte l'anno, meno della metà della media europea pari a 50,5. Per colmare questo gap e favorire un maggior uso degli strumenti di pagamento elettronici rispetto al contante, PagoBANCOMAT e Visa hanno realizzato un’ampia campagna di informazione, in corso sui principali quotidiani, radio e Tv nazionali oltre che su internet con il sito www.ilverovantaggio.com, nei centri commerciali e agli sportelli delle banche italiane.