18 giugno 2021
Aggiornato 16:00
Crisi economica

Manovra anticrisi: pubblicati i primi sette bandi

Presto anche gli avvisi in regime De Minimis per la garanzia, gli aiuti agli investimenti per le micro e le piccole imprese e per lo start-up delle microimprese

BARI - È completa la pubblicazione dei bandi della manovra anticrisi annunciati alla stampa il 14 novembre scorso. Esce oggi, 21 gennaio 2009, sul portale dell’assessorato allo Sviluppo economico ( www.sistema.puglia.it ) il settimo avviso che riguarda il Contrasto all’usura attraverso risorse pari a 770mila euro in favore delle Fondazioni e dei Confidi impegnati nella lotta contro questa piaga. Nel frattempo si registra già una buona risposta nella presentazione delle domande per i primi due bandi, i Contratti di Programma regionali (che sviluppano investimenti per 550 milioni di euro mettendo in campo 130 milioni di fondi pubblici) e gli Aiuti alle medie imprese ed ai consorzi di PMI (Piccole e medie imprese) per Programmi Integrati di Agevolazione (70 milioni gli investimenti sviluppati rispetto a 28 milioni di fondi pubblici).

Questi due avvisi prevedono infatti la procedura a sportello, che si chiude con l’esaurimento delle risorse. Benché la presentazione delle domande sia possibile esclusivamente per lettera raccomandata, e la partenza sia stata fissata al 19 gennaio (e non prima pena l’annullamento della proposta), il giorno successivo, all’Assessorato allo Sviluppo economico erano già pervenute decine di richieste spedite poco dopo le sette del mattino del 19, cioè all’apertura degli uffici postali.

Con quest’ultimo bando da 770mila euro, che sta per uscire anche sul Bollettino Ufficiale della Regione Puglia (Burp) sale a sette il numero degli avvisi già pubblicati, tutti quelli annunciati alla stampa il 14 novembre scorso negli interventi della manovra anticrisi varata dall’Assessorato allo Sviluppo economico, «ma – anticipa il Vice presidente e Assessore allo Sviluppo economico Sandro Frisullo – presto saranno pronti gli avvisi in regime De Minimis che mobiliteranno prestiti bancari per un miliardo di euro attivando il Fondo di Garanzia regionale di 50 milioni di euro, il bando per la costituzione di Microimprese da parte di soggetti svantaggiati, che svilupperà investimenti per 100 milioni di euro con un’iniezione di fondi pubblici pari a 50 milioni. A questi si aggiunge un ulteriore bando per gli aiuti alle micro e piccole imprese che non abbiamo annunciato a novembre, ma che da solo eroga altri 100 milioni di euro, mobilitando investimenti per 400 milioni. Così i fondi pubblici stanziati dall’Assessorato allo Sviluppo economico salgono a 455milioni 770mila euro. Abbiamo messo in piedi – continua Frisullo – la prima e la più grande manovra anticrisi varata in Italia, superiore anche a quella della Lombardia che, secondo i dati pubblicati dal Sole 24 Ore, è di 355milioni di euro, con la differenza ulteriore che la manovra lombarda è stata solo annunciata, la nostra è quasi completamente attivata».

Ecco tutti gli interventi già partiti, a cominciare dagli ultimi in ordine di tempo
Sul Burp del 15 gennaio 2009 sono usciti i tre bandi che riguardano l’internazionalizzazione per la promozione all’estero di tre tipi di consorzi: agroalimentari, turistico-alberghieri ed export del settore manifatturiero. Avvisi che svilupperanno investimenti per 15 milioni di euro con fondi pubblici pari a 9 milioni (tre per ogni tipologia di consorzio). I consorzi interessati dovranno inoltrare la domanda entro il 16 marzo 2009 via raccomandata.
L’Avviso per i Contratti di Programma regionali (che sviluppano investimenti per 550 milioni di euro mettendo in campo 130 milioni di fondi pubblici) è stato pubblicato sul Burp del 10 dicembre 2008. La presentazione delle domande è partita il 19 gennaio, dovrà avvenire esclusivamente per lettera raccomandata. La procedura è a sportello quindi si chiude con l’esaurimento delle risorse.
Il 10 dicembre 2008 è uscito sul Bollettino ufficiale anche il bando per gli Aiuti alle medie imprese ed ai consorzi di PMI (Piccole e medie imprese) per Programmi Integrati di Agevolazione (PIA) (che determinano investimenti per 270 milioni di euro, grazie ad 88 milioni di risorse pubbliche). La presentazione delle domande è partita il 19 gennaio, dovrà avvenire esclusivamente per lettera raccomandata. La procedura è a sportello quindi si chiude con l’esaurimento delle risorse.
Stessa data di pubblicazione sul Burp anche per gli Aiuti agli Investimenti in Ricerca per le PMI (70 milioni gli investimenti sviluppati rispetto a 28 milioni di fondi pubblici). La presentazione delle domande è partita il 19 gennaio e si chiude il 20 marzo, dovrà avvenire solo con la posta elettronica certificata, attraverso il portale dell’Assessorato www.sistema.puglia.it alla pagina Bandi attivi, sezione «Aiuti alla Ricerca».