5 dicembre 2019
Aggiornato 23:00
Alitalia, cancellati 135 voli a Fiumicino

Codici: «Consumatori in ostaggio»

«Invitiamo i cittadini a rivolgersi all’associazione per chiedere risarcimento danni»

Ieri sono stati cancellati 135 voli a causa dello sciopero indetto dalle assemblee del personale addetto alle attività di handling di AZ Airport, la società che fornisce i servizi di terra. Circa 300 i lavoratori che dalle 8,30 di ieri mattina si sono riuniti davanti al piazzale antistante la mensa centrale di Alitalia, nella zona tecnica.

Numerosi i passeggeri rimasti a terra i quali sono avvenuti a conoscenza del disagio solo attraverso delle scritte apparse sugli schermi: «A causa di un'assemblea del personale di Alitalia i voli interessati potranno subire disagi e/o ritardi», senza segnalare i singoli voli soppressi. «Una situazione che prende i consumatori in ostaggio – commenta il Segretario nazionale del CODICI, Ivano Giacomelli -.

E’ evidente che il caso Alitalia si ripercuote gravemente non solo sui dipendenti ma anche sugli utenti che utilizzano l’aereo come mezzo di trasporto per risolvere questioni di lavoro importanti ed è risaputo che la perdita di un volo può essere oneroso per l’utente.