18 novembre 2019
Aggiornato 01:30
Energia

ENI acquisisce sei nuove licenze esplorative in Gabon

Due licenze sono situate nel prolifico bacino settentrionale gabonese, in acque convenzionali, mentre le rimanenti quattro si trovano nel promettente bacino onshore del Paese

Eni ha acquisito sei nuove licenze esplorative di elevato potenziale in Gabon, per una superficie complessiva di oltre 8.000 chilometri quadrati. Due licenze (denominate D3 e D4) sono situate nel prolifico bacino settentrionale gabonese, in acque convenzionali, mentre le rimanenti quattro (denominate E2, F3, F4 e F7) si trovano nel promettente bacino onshore del Paese. Le sei licenze sono state attribuite per una prima fase esplorativa della durata di 4 anni, rinnovabile per altri due periodi rispettivamente di 4 e 3 anni.

Attraverso l'accordo stipulato con il Governo Gabonese, continua l'applicazione del «Modello di cooperazione Eni» nella regione del West Africa, che integra al business tradizionale dell'esplorazione e produzione di idrocarburi le attività di sostenibilità nel territorio.

Gli investimenti tecnici e operativi previsti in Gabon, volti a valorizzare le risorse energetiche del Paese, saranno quindi affiancati da iniziative a supporto delle comunità locali e da progetti a sostegno della formazione e della Ricerca e Sviluppo.

Questa rinnovata presenza di Eni in Gabon consolida e rafforza la posizione nell'Africa Sub-sahariana, dove la società conduce operazioni di Esplorazione e Produzione in Angola, Congo, Nigeria e Mozambico, con una produzione complessiva nel West Africa pari a circa 350,000 barili al giorno e con partecipazioni in importanti progetti sia onshore che offshore.

Il Gabon ha una popolazione di circa 1,5 milioni di abitanti e produce attualmente 240,000 barili di petrolio. Eni è già stata presente nel Paese dal 1987 al 2004.