1 giugno 2020
Aggiornato 11:00
Mozzarella di bufala

«No alle linee di produzione separata della mozzarella di bufala»

Lo dichiara l'assessore regionale campano all’Agricoltura Andrea Cozzolino, a proposito della norma approvata ieri alla Camera

«È stato un grave errore inserire nel decreto per il rilancio del settore agroalimentare l'emendamento che prevede linee di produzione separata per la mozzarella Dop», dichiara l'assessore regionale all’Agricoltura Andrea Cozzolino, a proposito della norma approvata ieri alla Camera.

«Questo provvedimento aggrava i costi di produzione soprattutto per le piccole e medie aziende di trasformazione del latte che sono la stragrande maggioranza e rappresentano la spina dorsale dell'intera filiera. I vincoli imposti, peraltro, non incidono sulle eventuali possibili attività illecite di chi usurpa la denominazione protetta.

«Maggiori e più elevati standard di sicurezza vanno garantiti attraverso controlli sempre più frequenti, severi e scrupolosi. E su questo stiamo cercando da tempo un confronto con le istituzioni nazionali.

«Governo e Parlamento debbono sostenerci con maggiori risorse negli interventi che stiamo attuando per la risoluzione dei grandi problemi strutturali della filiera: il risanamento delle mandrie allevate; l'eliminazione delle giacenze di latte stoccato dalle imprese durante l'emergenza diossina; il sostegno all'attività di promozione sul mercato nazionale e internazionale. Mi auguro, in tal senso, che al più presto possano venire segnali concreti da parte del Governo e del Ministero per far seguito agli impegni assunti per il rilancio del settore», conclude Cozzolino.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal