21 giugno 2024
Aggiornato 08:30
L’intervento dell’assessore al convegno di Grottammare

Carrabs: «la riqualificazione della spiaggia fondamentale per il rilancio turistico della città»

Gli altri interventi riguardano i Comuni di Sirolo e Numana, il Comune di Porto Recanati, e i Comuni di Ancona, Falconara e Senigallia; l’impegno finanziario complessivo è di 33,5 milioni di euro

Il progetto di riqualificazione della spiaggia a sud del fiume Tesino, nel tratto di costa compreso tra Civitanova Marche e Grottammare, prevede una spesa di 11,75 milioni di euro ed è il primo di una serie di cinque progetti compresi nell’Accordo di programma Stato – Regione Marche sottoscritto il 28 dicembre 2007 finalizzati alla salvaguardia della costa, alla tutela dell’habitat naturale e al ripristino delle condizioni di fruibilità del litorale marittimo regionale».

Lo ha affermato Gianluca Carrabs, assessore regionale alla Difesa della Costa, intervenendo questo pomeriggio a Grottammare alla riunione sulla riqualificazione della spiaggia. Gli altri interventi riguardano i Comuni di Sirolo e Numana, il Comune di Porto Recanati, e i Comuni di Ancona, Falconara e Senigallia; l’impegno finanziario complessivo è di 33,5 milioni di euro. «L’intervento nel Comune di Grottammare permetterà - ha precisato - di fruire di una spiaggia più ampia dell’attuale, di migliorare i servizi e le infrastrutture necessarie alla fruizione turistico-balneare e quindi contribuirà alla valorizzazione socio-economica della città». I lavori interessano un tratto di costa lungo 650 metri e consistono nel ripascimento con sabbia sottomarina e nella realizzazione di barriere protettive ubicate sotto il livello del mare; il volume complessivo di sabbia è di 75.000 mc; il costo totale dell’intervento è di 1.500.000,00 euro. «L’opera, che sarà completata entro la prossima estate, è il risultato – ha sottolineato l’assessore - dell’impegno della Regione Marche che, a distanza di soli undici mesi dalla stipula del protocollo, ha realizzato il progetto esecutivo e indetto la fase per l’aggiudicazione dell’appalto dei lavori; un esempio di efficacia ed efficienza della macchina amministrativa regionale».

«La tipologia dell’intervento è compatibile con le caratteristiche dell’area interessata e quindi contribuirà al miglioramento sia quantitativo che qualitativo della spiaggia. Fondamentale - ha concluso Carrabs - è stata la collaborazione dei Comuni costieri interessati, tra i quali Grottammare, che hanno messo a disposizione risorse per cofinanziare i lavori».

«Con quest’opera - ha rilevato Luigi Merli, sindaco di Grottammare – si completa la difesa dell’intero tratto di costa comunale, lungo sei chilometri e mezzo, dove insistono numerosi stabilimenti balneari e importanti attività economiche: un percorso iniziato negli anni ’90 con la realizzazione di più interventi tipologicamente diversi, anche per far fronte all’erosione marina. La riqualificazione della spiaggia è importante per la valorizzazione turistica della città che, nel biennio 2007-2008, ha registrato un aumento del 13 per cento degli arrivi e del 4 per cento delle presenze, sfiorando quest’anno le 500 mila presenze». Ai lavori del convegno, introdotti dal consigliere comunale Daniele Mariani, è intervenuto anche il dirigente della Regione Vincenzo Marzialetti che ha illustrato gli aspetti tecnici dell’intervento.