20 ottobre 2019
Aggiornato 05:30
«Le perplessità espresse dai tecnici della Camera sono più che fondate»

«Correggere norma tutela mutui»

A dichiararlo è Antonio Borghesi, responsabile dell’economia e vice capogruppo alla Camera per l’Italia dei Valori

«Le perplessità espresse dai tecnici della Camera sulla norma di tutela dei mutui a tasso variabile sono più che fondate. Il meccanismo che andrà ad innescare il governo è assurdo, semplicemente perché agevolerà solo i mutuatari a tasso variabile con tasso superiore al 4%. Per essi il tasso verrà automaticamente ridotto al 4% e la differenza andrà a carico dello Stato. Nessun aiuto è invece previsto per coloro che abbiano stipulato un mutuo a tasso fisso superiore al 4% e che continueranno a pagarlo nella medesima misura. E’ evidente la disparità di trattamento tra i due mutuatari, che non appare giustificata da alcuna motivazione. IdV presenterà un emendamento che vada incontro anche a questa seconda categoria di mutuatari». A dichiararlo è Antonio Borghesi, responsabile dell’economia e vice capogruppo alla Camera per l’Italia dei Valori.