26 maggio 2020
Aggiornato 03:00
Fiera Milano: al via il 1° meeting del Club Fieristico del Mediterraneo

Al via il progetto del club fieristico del mediterraneo

L’iniziativa, avviata da Fiera Milano e nata a margine del Laboratorio Euro-mediterraneo promosso da Camera di Commercio con il sostegno della Regione Lombardia

Si aprirà domani, al Cairo International Conference Centre della capitale egiziana, il 1° meeting del Club Fieristico del Mediterraneo (Mediterranean Expo Club – M.E.C.), l’iniziativa, avviata da Fiera Milano e nata a margine del Laboratorio Euro-mediterraneo promosso da Camera di Commercio con il sostegno della Regione Lombardia, ha lo scopo di riunire sotto lo stesso tetto i centri espositivi che si affacciano sul Mediterraneo, favorendo un’ampia e permanente collaborazione tra essi e intensificando gli scambi tra le due sponde del Mare Nostrum.

Sono molte le tematiche all’ordine del giorno della prima conferenza tra i quartieri fieristici del bacino del Mediterraneo. L’incontro sarà l’occasione per discutere di cooperazione e sviluppo di progetti comuni, ma non solo. Al Cairo si parlerà anche delle nuove opportunità offerte dagli emergenti mercati fieristici internazionali e della possibilità di creare un sistema comune di sviluppo del settore fieristico.

Questo importante appuntamento è il primo momento operativo del Club, nato ufficialmente lo scorso luglio con la firma del memorandum of understanding da parte di Fiera Milano e dei quartieri espositivi di Algeria, Cipro, Egitto, Giordania, Israele, Libano, Libia, Malta, Morocco, Siria, Tunisia, Turchia (e l’area del Golfo), Emirati Arabi Uniti, Bahrain, Qatar, Oman.

«Con questo appuntamento - dichiara l’amministratore delegato di Fiera Milano, Claudio Artusi - abbiamo fatto un ulteriore passo avanti lungo il cammino avviato tempo fa. La tela pazientemente tessuta in molti mesi, ora è diventata tangibile e operativa. Non solo abbiamo creato quella casa comune dell’area mediterranea, ma ora ci andiamo ad abitare. Il M.E.C. sarà un luogo in cui i paesi del bacino potranno confrontarsi e interagire per il reciproco sviluppo. Tengo inoltre a sottolineare che questa operazione darà ancora più vigore al piano di internazionalizzazione che Fiera Milano ha intrapreso e che consente di rendere pienamente operativa la strategia di costruzione di una piattaforma di relazioni da mettere a disposizione dei nostri espositori».

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal