21 giugno 2024
Aggiornato 10:00
Crisi economica

«Potenziare Confidi ed Enti bilaterali è miglior sostegno a economia reale»

Il Presidente di Confartigianato Giorgio Guerrini auspica che «siano potenziati gli strumenti già efficacemente utilizzati dagli artigiani e dai piccoli imprenditori»

Il Presidente di Confartigianato Giorgio Guerrini auspica che «nell’ambito degli interventi allo studio del Governo per fronteggiare la crisi finanziaria siano potenziati gli strumenti già efficacemente utilizzati dagli artigiani e dai piccoli imprenditori per effettuare investimenti e per difendere l’occupazione: i Consorzi Fidi e gli Enti bilaterali».

«Come ha opportunamente indicato il Ministro del Welfare Maurizio Sacconi - fa rilevare Guerrini - il modo migliore per sostenere l’economia reale, ottimizzando le risorse messe a disposizione, consiste nel rafforzare due strumenti tipici dell’artigianato e delle piccole imprese: i Consorzi Fidi, che facilitano l’accesso al credito da parte delle imprese, e gli Enti bilaterali dell’artigianato, che gestiscono un efficace sistema autonomo e privatistico di tutele per i lavoratori e per gli imprenditori fondato su basi mutualistiche e che eroga interventi di sostegno in caso di crisi».

«Confido – conclude Guerrini - che le indicazioni del Ministro del Welfare trovino rapida attuazione nelle misure che l’Esecutivo si appresta a varare per attutire gli effetti della crisi sulle imprese».