11 luglio 2020
Aggiornato 00:00
Tutte le opportunità di sviluppo per le aziende in rosa

Imprenditoria femminile, le azioni della Regione Toscana

Dagli incentivi alle imprese femminili alla formazione e tutoraggio

Il convegno «Potenziare l’imprenditoria femminile: prospettive psicologiche di intervento» che si è svolto oggi presso l'Aula Magna del Dipartimento di Psicologia in via San Niccolò a Firenze è stato l'occasione per fare il punto sulle azioni a favore dell’imprenditoria femminile promosse dalla Regione Toscana, in particolare quelle che hanno consentito la diffusione di alcune modalità psicologiche di intervento in grado di potenziare la progettualità delle imprenditrici per un costruttivo business management.

Ecco una scheda sintetica delle attività.

INCENTIVI ALLE IMPRESE FEMMINILI – VI BANDO L. 215/92
Le attività d’incentivazione finanziaria a favore delle imprese a prevalente partecipazione femminile fanno riferimento all’attuazione dei bandi previsti dalla legge statale n.215 del 25 febbraio 1992 e dal D.P.R. n.314 del 28 luglio 2000.
Le risorse finanziarie necessarie alla attuazione dei suddetti bandi derivano da una forma di cofinanziamento da parte dello Stato e di alcune Regioni, tra le quali la Regione Toscana. L’ultimo bando attivato è stato il VI° che si è chiuso alla fine del 2006. Per la Regione Toscana la gestione di tale bando, come del resto i precedenti IV° e V°, è stata affidata a due appositi soggetti attuatori:
Fidi Toscana Spa, che ha gestito le domande delle imprese appartenenti ai settori del commercio, turismo, servizi ed agricoltura;
Artigiancredito Toscano Sc, che ha gestito le domande delle imprese artigiane del settore manifatturiero.
Sul VI° bando sono state presentate 463 domande, di cui 72 sono state agevolate, per un importo complessivo di ¤ 4.192.428.
di cui ¤ 2.638.991 di risorse statali;
di cui ¤ 1.553.437 di risorse regionali.
Le 72 imprese finanziate sono così suddivise per settore:
1) Agricoltura: 6 imprese agevolate per ¤ 300.502;
2) Commercio/turismo e servizi: 44 imprese agevolate per ¤ 2.103.758;
3) Manifatturiero: 22 imprese agevolate per ¤ 1.669.731.

SVILUPPO DELL’IMPRENDITORIA FEMMINILE
Per quanto concerne, invece, l’attività di promozione e sviluppo a sostegno dell’imprenditoria femminile, il riferimento principale consiste nello specifico documento relativo al Programma delle «Iniziative Regionali a favore dell’imprenditoria femminile toscana», di cui alla Deliberazione di G.R. n. 1168/05, modificata ed integrata con successiva deliberazione G.R. n. 910/07.
Per suddette iniziative le risorse disponibili ammontano ad Euro 617.898,11, così suddivise:
Quota Stato: Euro 263.752
Quota Regione: Euro 354.145
Tali «Iniziative regionali» sono relative alle seguenti attività:

A) Attività di informazione e orientamento
Particolare importanza riveste il Progetto Passepartout, attuato in collaborazione con Unioncamere Toscana. Tale progetto si realizza sotto forma di pagine web sul sito regionale dedicato all’imprenditoria femminile dove si intende mettere a disposizione dell’utenza uno strumento di consultazione nel quale far confluire le informazioni e le iniziative più significative riguardanti il mondo dell’imprenditoria femminile, coinvolgendo tutti i soggetti interessati (Enti Locali, Associazioni di Categoria, Camere di Commercio e altri Enti Pubblici) per meglio definire percorsi informativi e di orientamento.
In collaborazione con il Comune di Firenze è stato realizzato il Progetto Vivaio di Imprese che promuove attività di informazione, formazione, assistenza ed avvio nuove imprese rivolto a donne in particolare donne immigrate.
Sono stati inoltre realizzati specifici Convegni in materia, il principale dei quali è stato il Convegno «Imprenditoria Femminile» svoltosi il 9/09/2009 presso il Convitto della Calza in Firenze. Sono state anche svolte mirate attività di pubblicizzazione e promozione sulle principali testate giornalistiche.
B) Attività di formazione per aspiranti e neo imprenditrici
In suddette attività è degna di nota l’iniziativa denominata Bilancio di competenze realizzata in collaborazione con l’Università di Firenze – Dipartimento di Psicologia:
Sono stati realizzati tre percorsi rivolti a aspiranti imprenditrici, neo imprenditrici e imprenditrici esperte. Inoltre il 13/06/2007 è stata realizzata la «Prima giornata di studio sul Bilancio di competenze».
Nell'ottobre 2008 è stato organizzato il Convegno «Potenziare l’Imprenditoria Femminile: prospettive psicologiche di intervento».
Con Unioncamere Toscana sono stati realizzati percorsi di formazione imprenditoriale specialistici volti ad approfondire tematiche strategiche per lo sviluppo della competitività delle imprese le tematiche trattate sono: comunicazione e dinamiche di gruppo, piano d’impresa, organizzazione e controllo aziendale, marketing aziendale, processi di internazionalizzazione, certificazioni di qualità, certificazione e responsabilità sociale.

C) Assistenza tecnica e accompagnamento alle Imprese
L’attività è stata rivolta alle imprese che hanno presentato domanda di contributo a valere sul VI bando della L. 215/92 cofinanziato dalla Regione Toscana.
Con la collaborazione di Unioncamere Toscana si sono svolte attività di assistenza tecnica durante il periodo di apertura del VI bando per l’accesso alle agevolazioni.
Sono stati svolti seminari informativi, work shop informativi coinvolgendo Province, EE.LL. CC.I.AA, Associazioni di Categoria ecc.
Successivamente l’assistenza è stata rivolta alle imprese beneficiarie dei contributi offrendo un apposito servizio di accompagnamento Tutoraggio in collaborazione con Fidi Toscana e Artigiancredito Toscano soggetti attuatori del bando per la Regione Toscana.

D) Progetto Mentoring
Con Unioncamere Toscana è stato realizzato il progetto Mentoring che consiste in una tecnica di accompagnamento di un’imprenditrice esordiente (mentee) da parte di un imprenditrice affermata (mentor) con la precisa finalità, tramite un percorso formativo e di trasferimento di conoscenze/esperienze, di agevolare lo sviluppo della carriera professionale e di accrescere la cultura di impresa, dalla fase di avvio fino al consolidamento dell’attività professionale.

E) Attività di analisi e ricerca
Attività svolte in collaborazione con Unioncamere Toscana e consiste in:
Indagine sulle imprese femminili in Toscana;
Analisi qualitativa e quantitativa VI bando;
Osservatorio sulle Imprese Femminili in Toscana;

F) Monitoraggio delle iniziative e monitoraggio delle imprese beneficiarie
Monitoraggio sui programmi iniziative regionali IV e V bando L. 215/92:
Monitoraggio imprese finanziate sul IV bando L. 215/92;
Monitoraggio imprese finanziate V bando L. 215/92

G) Accesso al credito
E’ stata predisposta, un’analisi dei dati 2002/2008 relativi a quelle imprese che hanno fatto richiesta di finanziamento ricorrendo ad un apposito strumento (specifico plafond finanziario per l’imprenditoria femminile) previsto dal Protocollo d’intesa tra la Regione Toscana e il Sistema bancario toscano (ex convenzione denominata Investire in rosa). E' stata inoltre realizzata una Mappa delle opportunità finanziare per le PMI a prevalente partecipazione femminile.
Il 29 settembre 2008 è stato realizzato in collaborazione con l’Amministrazione Provinciale di Siena un workshop Diamo credito alle donne sulla tematica di accesso al credito delle imprese femminili.