13 novembre 2019
Aggiornato 18:30
Diritti in piazza

Rinaldini (Fiom) a Reggio Emilia: «Oggi è solo inizio»

«Le manifestazioni di oggi organizzate dalla Cgil sono l’inizio di una fase di mobilitazione il cui scopo è fa cambiare le scelte del governo e della Confindustria»

A Reggio Emilia erano 5000 le persone che in piazza della Vittoria al termine della manifestazione hanno ascoltato il comizio di Gianni Rinaldini, segretario generale della Fiom, che ha parlato dopo quattro delegati in rappresentanza di altrettante categorie della Cgil.

«Le manifestazioni di oggi organizzate dalla Cgil - ha affermato Rinaldini - sono l’inizio di una fase di mobilitazione il cui scopo è fa cambiare le scelte del governo e della Confindustria che, come la stessa vicenda Alitalia ha mostrato, hanno saldato un patto con l’obiettivo di ridurre le retribuzioni di lavoratori e pensionati; determinando quindi un aggravamento delle condizioni di recessione in cui versa il Paese».

«Nei rapporti unitari con Cisl e Uil - ha concluso il leader della Fiom - in questa difficile fase bisogna mettere al centro la questione della democrazia, facendo in modo che di fronte a posizioni diverse sia data ai lavoratori l’ultima parola».