16 dicembre 2019
Aggiornato 03:00
E’ stato un successo lo sciopero della pagnotta

Sciopero pagnotta: aderisce il 54% dei consumatori

Le 4 associazioni hanno svolto tra le ore 12 e le ore 14 una indagine telefonica a campione, contattando circa 2.500 famiglie sparse su tutto il territorio

E’ stato un successo lo sciopero della pagnotta indetto per oggi da Adoc, Adusbef, Codacons e Federconsumatori contro il carovita.
Le 4 associazioni hanno svolto tra le ore 12 e le ore 14 una indagine telefonica a campione, contattando circa 2.500 famiglie sparse su tutto il territorio, chiedendo loro se avessero o meno partecipato alla protesta odierna.

La risposta è stata che circa il 54% dei consumatori contattato ha affermato di aver rinunciato al’acquisto di pane e pasta, come forma di adesione simbolica allo sciopero. Alcuni hanno anche rinunciato completamente a fare la spesa (circa l’8%), o rinunciando all’utilizzo dell’auto e del cellulare (9%).
Nel corso della manifestazione è stata estratta a sorte come compagnia petrolifera da boicottare per una settimana la Total. Il boicottaggio cesserà nel caso la compagnia riduca di 6-7 cent il prezzo della benzina alla pompa.

Questa la situazione nelle principali città italiane:

Città Adesione %
Ancona 54
L’Aquila 50
Mestre/Venezia 51
Napoli 54
Padova 49
Perugia 52
Pescara 50
Roma 63
Trento 49
Verona 54
Bari 53
Torino 58
Milano 61
Potenza 51
Cagliari 52
Firenze 57
Palermo 55
Catania 56
TOTALE 54

La massiccia adesione dei cittadini alla protesta contro i rincari – concludono ADOC, ADUSBEF, CODACONS e FEDERCONSUMATORI – dimostra come l’aumento dei prezzi, soprattutto dei beni alimentari e dei prodotti energetici, sia un fenomeno fortemente sentito dalle famiglie, che non vogliono più subire passivamente le speculazioni. Il Governo non può non tenerne conto, e deve intervenire concretamente e con celerità accogliendo le istanze dei consumatori italiani.