28 gennaio 2020
Aggiornato 03:00
Difesa del Made in Italy

WIPO-OMPI: firmato accordo a Palazzo Chigi

L’accordo prevede il cofinanziamento, fino a 2milioni di euro l’anno, di attività a tutela della proprietà intellettuale

E’ stato firmato questa mattina a Palazzo Chigi dal prossimo Direttore Generale del WIPO-OMPI, (Organizzazione mondiale della proprietà intellettuale) Francis Gurry e dal Segretario Generale della Presidenza del Consiglio dei Ministri, Mauro Masi, nella sua qualità di delegato italiano alla proprietà intellettuale, l’accordo esecutivo tra il Governo Italiano e l’OMPI.

L’accordo prevede il cofinanziamento, fino a 2milioni di euro l’anno, di attività a tutela della proprietà intellettuale ( e cioè attività a tutela del diritto d’autore, dei brevetti , dei marchi industriali, del made in Italy). L’OMPI è l’agenzia delle Nazioni Unite che dal 1974 tutela la proprietà intellettuale amministrando 28 trattati internazionali per conto di 186 Paesi membri, tra cui l’Italia che ha aderito sin dalla costituzione dell’organizzazione.