22 gennaio 2020
Aggiornato 08:30

Alitalia, Sindacati convocati per stasera a Palazzo Chigi

Prosegue la trattattiva per decidere il futuro della compagnia di bandiera. Davanti al ministero del Lavoro protestano piloti e assistenti di volo

Ancora trattative e proteste. Quella di oggi è un'altra giornata di passione per la compagnia di bandiera italiana. Poco fa si è concluso a palazzo Chigi l'incontro, durato un'ora e mezza, tra il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Letta, i ministri Sacconi e Matteoli, il commissario straordinario di Alitalia Fantozzi e l'ad di Intesa-SanPaolo Passera.

Mentre, il governo ha convocato per stasera, sempre a palazzo Chigi, i sindacati confederali che la scorsa notte hanno detto sì all'accordo quadro sul piano industriale di Alitalia. Un'intesa che piloti e assistenti di volo giudicano «carta straccia». Lavoratori e rappresentati delle sigle sindacali autonome escluse dalla trattativa, intanto, da stamattina protestano davanti alla sede del ministero del Lavoro di via Veneto. Per Anpac e Unione Piloti l'accordo quadro condiviso da Cai, governo e sindacati confederali «è un atto irresponsabile» condiviso con «organizzazioni sindacali che non rappresentano, se non simbolicamente, piloti ed assistenti di volo».