24 febbraio 2020
Aggiornato 19:00

Alitalia: Air France pronta a prendere una quota di minoranza della Newco

Intesa Sanpaolo: «La nostra partecipazione sarà nell'ordine di 100 milioni di euro». Lunedì incontro Sacconi-sindacati

Air France torna in pista sull'affaire Alitalia. Il consiglio di amministrazione della compagnia di bandiera francese, che fu impegnato in una trattativa per l'acquisto di Alitalia poi naufragata nell'aprile scorso, ha confermato che Air France-Klm è disposta a prendere una partecipazione minoritaria nel capitale della nuova Alitalia, a fianco degli investitori italiani riuniti dall'advisor Intesa Sanpaolo. In borsa, la decisione di Air France di riaprire il dossier Alitalia ha fatto schizzare in alto le azioni del vettore francese.

Da parte sua Intesa Sanpaolo, per bocca dell'amministratore delegato Corrado Passera, ha fatto sapere che la partecipazione dell'istituto di credito all'operazione di salvataggio di Alitalia sarà «nell'ordine dei 100 milioni di euro». Il tutto nel giorno in cui Palazzo Chigi ha modificato le procedure previste per il commissariamento nelle grandi crisi aziendali, approvando il decreto e il ddl delega per la riforma della legge Marzano.

Il decreto, tra le altre cose, prevede garanzie per i risparmiatori tramite ricorso al fondo di tutela del risparmio e ammortizzatori sociali per i lavoratori Alitalia per la durata di sette anni, 4 di cassa integrazione e 3 di mobilità. E' esclusa comunque l'ipotesi di ricollocare i lavoratori in eccesso nel settore pubblico. Quello degli esuberi è il punto più spinoso del piano di salvataggio della compagnia di bandiera. Per questo il ministro del Welfare Sacconi ha convocato i sindacati per lunedì prossimo.