24 febbraio 2020
Aggiornato 19:30
Sul futuro di Alitalia per Giulio Tremonti c'è una certezza

Alitalia, Tremonti assicura: «I piccoli risparmiatori saranno tutelati»

Risposta indiretta al ministro del governo ombra Bersani che parla di rischio di un nuovo pasticcio sul modello Parmalat

Sul futuro di Alitalia per Giulio Tremonti c'è una certezza: i piccoli risparmiatori della compagnia di bandiera «saranno tutelati». Cosi, il ministro dell'Economia risponde al suo omologo del governo ombra, Pierluigi Bersani, che in precedenza aveva messo in guardia da un «pasticcio» sul modello Parmalat, in cui a rimetterci sono poi gli azionisti, i creditori e i lavoratori. «Il risparmio è un bene pubblico che va tutelato ha detto Tremonti, a margine del Meeting di Rimini - i piccoli risparmiatori saranno tutelati».

Polemiche sugli esuberi - Intanto si infiamma la polemica sui possibili esuberi contenuti nel piano per salvare Alitalia messo in piedi dall'advisor Intesa-San Paolo. Il ministro delle Infrastrutture Altero Matteoli assicura che «sono previsti anche ammortizzatori sociali» e che l'obiettivo è «non lasciare nessuno in mezzo a una strada». Matteoli ha precisato che non è stato ancora deciso se gli esuberi della compagnia di bandiera, circa 7.000, «verranno ricollocati alle Poste, all'Agenzia delle entrate o al Catasto». Intanto la Cgil, con il segretario generale della Filt Franco Nasso, ha chiesto al governo «chiarezza e un confronto vero sul piano» per salvare Alitalia.