12 dicembre 2019
Aggiornato 19:00
Un 2007 in crescita per alberghi e strutture turistiche italiane

Settore turismo in Italia: +1,8% in un anno

L’estate 2008 può contare su 40.385 strutture ricettive attive sul territorio, in crescita dell’1,8% in un anno, pari a 721 nuove imprese

Un 2007 in crescita per alberghi e strutture turistiche italiane. L’estate 2008 può contare su 40.385 strutture ricettive attive sul territorio, in crescita dell’1,8% in un anno, pari a 721 nuove imprese. Le regioni che offrono il maggior numero di strutture alberghiere e turistiche sono il Trentino Alto Adige che ne conta 5.814, il 14% italiano, la Toscana con 4.583 (11%) e l’Emilia Romagna con 4.505 (11%).

La Lombardia è quarta con 3.425 sedi di impresa (8% italiano), in crescita del 2,3% rispetto al 2006. Le regioni che crescono di più dal 2006 sono invece al Centro-Sud: primo il Lazio con una crescita del 6,9%, quindi la Sicilia con +6% e la Puglia con +5,9%. Tra i settori che in anno crescono di più spiccano quelli per soggiorni brevi, economicamente meno impegnativi o agresti, come i bed&breakfast (9,2% in un anno) e gli agriturismo (+3,7%). Stabile, in media, l’offerta di alberghi che però aumenta quasi del 5% in Sardegna, del 3,6% in Sicilia e del 3,1% in Calabria.

Tra le province, prima per numero di imprese è Bolzano con il 10,2% del totale nazionale (pari a oltre 4.000 attività), seguita da Rimini, Napoli, Trento e Roma, rispettivamente con il 5,3%, il 4,8% e il 4,2%, 3,4%. Milano è al settimo posto, dopo Venezia, con quasi 1.000 attività, pari al 2,5% italiano, in crescita del 3% rispetto al 2006. Al sud le province che crescono di più in un anno: Caserta (+26,2%), Enna (+19,2%) e Benevento (+18,9%). Al nord, tra le prime province per crescita, Lodi (+11%), Varese (+8,8%) e Mantova (+8,1%).

Emerge da un’elaborazione Camera di Commercio di Milano su dati registro imprese relativi al settore turistico alberghiero al quarto trimestre 2007. I dati sono relativi alle imprese iscritte in Camera di Commercio.