21 ottobre 2021
Aggiornato 22:00
I dati ISTAT dimostrano che la fiammata inflazionistica diventa più forte ed estesa

Inflazione, Santini: «Urgenti interventi del Governo»

«Ridurre la componente fiscale dei costi energetici e petroliferi, alleggerendo in questo modo l'impatto sui redditi dei lavoratori e delle famiglie»

«I dati ISTAT dimostrano che la fiammata inflazionistica dei mesi scorsi non solo continua, ma diventa sempre più forte ed estesa». Lo dichiara in una nota Giorgio Santini, Segretario confederale della Cisl. «Se non si interviene immediatamente- sottolinea Santini- rischia di diventare un incendio che può bruciare i redditi di lavoratori, pensionati e famiglie con conseguenze sempre più negative sui consumi».

«La Cisl -continua Santini- chiede al Governo interventi urgenti per ridurre la componente fiscale dei costi energetici e petroliferi, alleggerendo in questo modo l'impatto sui redditi dei lavoratori e delle famiglie; combattere l'intermediazione speculativa che purtroppo è molto attiva soprattutto sui prodotti agroalimentari; il monitoraggio ed il controllo dei prezzi dei prodotti di più largo consumo, prevedendo sanzioni di tipo fiscale per i casi di rincaro eccessivo; ripristinare per i servizi legati all'energie forme di protezione sociale a favore delle famiglie a basso reddito. Infine è necessario- conclude Santini- , un sostegno deciso alla contrattazione collettiva, attraverso detassazione e decontribuzione degli incrementi salariali legati alla produttività, con il rafforzamento il secondo livello di contrattazione».