10 dicembre 2019
Aggiornato 01:00
Un marchio che certifichi in Puglia la buona “Ospitalità Italiana”

Puglia: un marchio per la buona ospitalità nel turismo

E’ un’iniziativa di Unioncamere Puglia e delle Camera di Commercio di Bari e Taranto, in collaborazione con l’Istituto Nazionale Ricerche turistiche (Isnart)

Un marchio che certifichi in Puglia la buona «Ospitalità Italiana». Possono concorrere a richiederlo hotel, masserie, ristoranti, agriturismi e stabilimenti balneari operanti nelle province di Bari e Taranto. E’ un’iniziativa di Unioncamere Puglia e delle Camera di Commercio di Bari e Taranto, in collaborazione con l’Istituto Nazionale Ricerche turistiche (Isnart), nell’ambito di un progetto co-finanziato dal fondo di perequazione nazionale di Unioncamere.

Il marchio «Ospitalità italiana», nato nel 1997, ha l’obiettivo di valorizzare il settore turistico pugliese attraverso la conoscenza, la crescita e l’innovazione dei servizi offerti e conferisce all’imprese che lo ottengono un significativo ritorno sia in termini di immagine che di qualificazione delle strutture turistiche operanti sul territorio.

Copia integrale dei bandi e moduli di adesione al progetto sono disponibili sui siti: Unioncamere Puglia e sui siti camerali www.ba.camcom.it e www.ta.camcom.it.
Le adesioni possono essere presentate alle Camere di Commercio di competenza secondo le modalità contenute nei bandi entro e non oltre il 1° settembre 2008.