16 ottobre 2021
Aggiornato 05:30
Rilanciare il turismo a Napoli e nel territorio campano

Turismo, è operativa la cabina di regia per Napoli e la Campania

Definite le linee operative per la struttura. A presentarla in conferenza stampa il sottosegretario al turismo, Maria Vittoria Brambilla, insieme a Marco Marzotto, presidente dell'Enit, Ente nazionale italiano per il turismo

Parte oggi, 21 luglio, la fase operativa della cabina di regia per rilanciare il turismo a Napoli e in Campania: lo ha annunciato in conferenza stampa il sottosegretario al turismo Maria Vittoria Brambilla, che ha aggiunto «sarà una struttura dal carattere flessibile e con uffici operativi a Napoli».

È questa la seconda fase del programma, definito dal presidente Silvio Berlusconi, per il rilancio di Napoli e della Campania: risolta l'emergenza rifiuti nel capoluogo, il Governo dà il via a «una serie di iniziative concrete per rilanciare l'immagine della città facendo leva sulle eccellenze del suo polo turistico» ha sottolineato Brambilla. 

I membri della cabina di regia. La struttura nasce da un accordo quadro firmato il 26 giugno dal sottosegretario al turismo Maria Vittoria Brambilla e dall'assessore regionale al turismo della Campania Claudio Velardi; è composta da due rappresentanti del Governo e due della Regione. I primi due sono Roberto Rocca, dirigente del dipartimento del Turismo e Valeria Della Rocca, esperta di turismo congressuale; invece i due tecnici chiamati dalla Regione Campania sono Giovanna Martano, assessore al turismo della provincia di Napoli, e Raffaele Cercola, docente di Marketing all'università di Napoli.

La prima questione. Il primo appuntamento in agenda, fissato per il 23 luglio, riguarderà il problema del sistema dei trasporti per i turisti; l’incontro sarà nel capoluogo campano e vedrà i tecnici della nuova struttura confrontarsi con i rappresentanti delle autorità ferroviarie, aeroportuali e Gesac, la società di gestione dell'aeroporto internazionale di Napoli.

Le quattro linee operative. Definite, inoltre, le quattro linee guida della cabina di regia. La prima sarà che le strategie e le iniziative della struttura verranno condivise tra il Governo e la regione Campania, «perché l'obiettivo è avere un impatto immediato sul territorio», ha spiegato il sottosegretario al turismo. La seconda sarà l’avvio di una forte collaborazione con l'Enit e il suo neo-presidente Marco Marzotto; un banco di prova, secondo  Brambilla, per l'istituzione che oggi ha il compito di promuovere l'immagine dell'Italia all'estero. A questo proposito il presidente dell’Enit, presente alla conferenza stampa, ha annunciato che partirà un progetto per veicolare all'estero pacchetti turistici in Campania.

La terza linea guida sarà il confronto continuo con le imprese che lavorano nel settore del turismo, a cui saranno dati degli incentivi per coprire i danni arrecati dal problema dei rifiuti. Infine il sottosegretario al Turismo ha spiegato che la quarta linea sarà l’intervento immediato sulle situazioni di maggiore criticità dell’offerta turistica, «a cominciare dal caso Pompei».