16 ottobre 2021
Aggiornato 11:30
Pubblica Amministrazione

Brunetta sugli Statali: «Premi solo ai più meritevoli»

Il Ministro: «Nel pubblico le stesse regole del privato: se non sei efficiente salti»

Basta con i soldi dati a tutti, li avrà solo chi li merita. E' questo il nuovo giro di vite sui dipendenti statali annunciato dal ministro della Funzione Pubblica Renato Brunetta. Linea dura quindi, non solo sull'assenteismo, ma anche sulla produttività dei dipendenti pubblici. In un'intervista a Repubblica il ministro afferma che i soldi per la contrattazione integrativa degli statali «non saranno più erogati a pioggia».

La Finanziaria, spiega Brunetta, istituisce un fondo per premiare i più meritevoli finanziato dalle risorse che arriveranno dal taglio delle consulenze. «Nel privato - afferma ancora il ministro - la produttività la misura il mercato: se non sei efficiente salti. Così dovrà essere anche nel pubblico. Chi non raggiungerà gli obiettivi se ne andrà, gli altri saranno premiati». Sul piede di guerra i sindacati, che già denunciano tagli in busta paga fino al 30 per cento.