30 novembre 2021
Aggiornato 07:00
Indagine lampo dei Carabinieri

Minorenne in carcere per un cellulare

Rapina un coetaneo al Villaggio La Marmora: arrestato. Ora si trova a Torino, al carcere minorile Ferrante Aporti, in attesa della convalida del provvedimento da parte del magistrato di turno.

BIELLA - Nuovo episodio di microcriminalità, questa volta lontano dalla zona della «movida», in Riva.  L’altro pomeriggio infatti un ragazzo di 16 anni di Biella, in piazza Molise, al Villaggio La Marmora, è rimasto vittima di rapina. Sarebbero stati due coetanei, che gli hanno infatti portato via il telefono cellulare. Uno dei due autori del gesto, solo 17 anni, residente nel quartiere, è stato prontamente individuato ed arrestato con l’accusa di furto aggravato dallo strappo. A far scattare le manette, i Carabinieri, chiamati dalla vittima. Nonostante la minore età il ragazzo era già sottoposto a misure cautelari che non gli avrebbero dovuto consentire di trovarsi in strada. Per questo motivo nei suoi confronti è scattato l’arresto. Ora si trova a Torino, al carcere minorile Ferrante Aporti, in attesa della convalida del provvedimento da parte del magistrato di turno. Il complice non è stato ancora rintracciato ma dovrebbe essere questione di poco e gli uomini in divisa gli formalizzeranno la denuncia all’autorità giudiziaria.