21 gennaio 2022
Aggiornato 11:30
incendio del 22 settembre

Roncadin, al via i lavori per il nuovo stabilimento a Meduno

Cominciati i lavori di ripristino delle aree danneggiate. L’AD Dario Roncadin: «Le attività di demolizione del fabbricato danneggiato dall’incendio si concluderanno entro fine novembre». Sul sito sorgeranno le future linee 7 e 8 per la produzione delle pizze surgelate.

MEDUNO - Sono cominciate giovedì 26 ottobre le attività di demolizione del fabbricato danneggiato dall’incendio del 22 settembre. La ditta Benpower di Udine, specializzata nel ripristino e nella bonifica di siti industriali in seguito a danni o eventi naturali, dopo aver seguito nelle giornate immediatamente successive all’incidente le pulizie e la sanificazione degli uffici nella parte non danneggiata, è stata incaricata di operare anche alla parte di stabilimento dove sorgevano quattro linee di produzione e le sale adiacenti impiegate per la realizzazione delle pizze surgelate. Tutto il materiale rimosso sarà suddiviso a seconda della tipologia e adeguatamente smaltito.

Verso un nuovo stabilimento all'avanguardia
«Le attività di demolizione e sgombero metteranno in sicurezza il sito e bonificheranno completamente l’area –spiega l’amministratore delegato Dario Roncadin–. Lo scopo è concludere entro il mese di novembre le operazioni. In questo modo potremo iniziare i lavori per dotarci di uno stabilimento completamente nuovo e all’avanguardia: nell’area che stiamo ripristinando sorgeranno le future linee numero 7, che prevediamo di terminare entro luglio 2018, e numero 8. Abbiamo 242 giorni: è iniziato il nostro conto alla rovescia».

Prosegue l'attività con due linee produttive
Al momento Roncadin può contare sull’attività a pieno regime delle linee produttive 5 e 6, che non sono state danneggiate dall’incendio e lavorano fin dal 26 settembre, quattro giorni dopo l’incidente. Portando l’operatività di queste linee 24 ore su 24, 7 giorni su 7, è stato possibile mantenere i volumi di produzione in modo da far fronte alle commesse e garantire i livelli occupazionali.