Il conduttore difende le scelte dei suoi anni di conduzione

Sanremo, Conti: qui si fa politica, ma no a etichette partitiche

'In una vetrina importante come il Festival inevitabilmente fai politica: ospitare Ezio Bosso e quello che dice è politica, invitare a pagare le tasse è politica, ma una cosa che il Festival non dovrà mai fare è avere delle etichette partitiche'

SANREMO - "In una vetrina importante come il Festival, come abbiamo fatto in questi tre anni, inevitabilmente fai politica, ospitare Ezio Bosso e quello che dice è politica, invitare a pagare le tasse è politica, ma una cosa che il Festival non dovrà mai fare è avere delle etichette partitiche». Lo ha dichiarato Carlo Conti il giorno dopo l'esordio boom della nuova edizione del Festival di Sanremo, difendendo le scelte fatte in questi anni di conduzione.