30 novembre 2020
Aggiornato 02:00
Collezione PE 2021

Tollegno 1900 celebra i 120 anni con la lana interprete di un codice universale

«Wool Universal Code» ispira la collezione per la prossima stagione calda che pone al centro alcuni filati-emblema del percorso di evoluzione dell’azienda.

Filati
Filati Ufficio Stampa

BIELLA - La lana come codice universale, come linguaggio e cultura, come espressione di creatività e fonte di benessere. La lana come ispirazione per sviluppare progetti che promuovono la sostenibilità a tratto distintivo. La lana come emblema della storia aziendale che si appresta a celebrare un traguardo importante: 120 anni di attività. Una data importante non solo per la longevità ma soprattutto per la vitalità e la creatività che continuano a caratterizzare Tollegno 1900 che a Pitti Immagine Filati presenta una sintesi del suo modo di essere e lavorare: un’azienda che affonda le sue radici in un solido passato, ma si proietta con entusiasmo e ricerca continua nel futuro. Da queste consapevolezze prende forma la collezione PE 2021 che fa di «wool universal code» il suo elemento identitario.

L'identità di Tollegno 1900

«Una collezione che punta alla razionalizzazione grazie a filati fortemente rappresentativi del nostro percorso definito da costanti esplorazioni e ricerche mirate a sviluppare nuovi prodotti, da innovazioni di processo e di trattamento utili per accrescerne qualità e performance. Il nostro obiettivo - spiegano da Tollegno 1900 - è infatti quello di offrire ai nostri clienti filati di estremo valore che hanno origine in un ambiente che fa della biodiversità un punto fermo, del rispetto per gli animali una regola e della tracciabilità e della certificazione dell’intero processo produttivo un atout. Scelte che esprimono pienamente lo spirito della nostra azienda tesa a mantenere un equilibrio costante tra impegno e business, tra etica e mercato».

Evolversi per creare valore

Fedele ai principi che fanno di Tollegno 1900 un’azienda in costante evoluzione da 120 anni, è anche la collezione della prossima stagione calda che sublima in un unico book tutta la sua essenza. Le tre anime «Luxury», «Classic» e «Performance» si stemperano infatti l’una nell’altra, in un gioco di contaminazioni e contrapposizioni, continuità ed evoluzioni, che permettono la massima valorizzazione di ogni filato. Il risultato? Filati di alto standing («Charme», Ultrafine Merino di alta qualità ideale per esaltare la maglieria più fine e leggera, «New Royal», 100% Merino Ultrafine proposto anche nella versione Topwash) che, grazie alle loro pregevolezza, fanno da apripista verso mercati sensibili a un prodotto ricercato, accanto a prodotti dalle caratteristiche tecniche fortemente innovative e funzionali per realizzare capi sportivi e per il tempo libero.

Ne è espressione Harmony 4.0 che, grazie alle sue 4 features ad alto tasso tech - «Total easy care», «Compact», «High Twist» e «Eco Idro» - si conferma emblema di questa filosofia vocata alla performance e punto di partenza per nuovi sviluppi. Sua naturale evoluzione è infatti Harmony 4.0 Silk che, frutto della ricerca Tollegno 1900, viene presentato a Pitti Immagine Filati 86 unicamente nella variante 2/60. «Si tratta di un primo passo che confluirà in una serie più articolata nella prossima collezione autunno/inverno. Un filato unico perché capace di unire la doti di massima performance di Harmony 4.0 con i plus della seta in termini di contatto sulla pelle e di naturalità».

Focus sui filati naturali anche con Woolcot, le cui gradevolezza al tatto, praticità e capacità di adattarsi a situazioni climatiche diverse si sposano con una nuova versione mélange che si aggiunge alla tradizionale proposta in colore unito.

A completare la collezione primavera/estate 2021 sono infine filati super comfort per la loro componente elasticizzata - «Royal Elité», «Evolution» e il neonato Harmony «Bright Wool» capace di creare effetti metallici tra glamour e tech grazie all’inserimento di un filo trasparente che una volta tinto anima il colore di fondo rendendolo luminoso e leggermente metallico - prodotti sporty&casual per vocazione («Sixtywool») e versatili per attitudine come «Abarth». Sfruttando le caratteristiche del «Pure New Wool», della poliammide e della molteplicità delle finezze, il filato performing di Tollegno 1900 permette di realizzare capi pratici, ideali per le esigenze di comodità e prestazionalità dell’uomo contemporaneo, attento alla funzionalità di ciò che indossa ma sensibile alla sostenibilità dei filati e dei trattamenti. Ambiti in cui Tollegno 1900 ha molto da raccontare.

Il colore, il codice distintivo

Quando la lana come codice universale sposa il colore come linguaggio trasversale il risultato sono prodotti dal forte impatto estetico e dall’innato valore qualitativo. A rappresentare questo sodalizio è la cartella «Trends», articolata in 36 nuance dalle tonalità piene ma non aggressive in cui le sfumature vincono sull’effetto-strong. Massima attenzione è stata riservata al mondo dei blu declinati in mille varianti che spaziano dagli azzurri ai toni polvere, dai celeste ai navy dimostrando di avere tutte le carte in regola per essere la miglior alternativa al nero, dall’anima più autunnale. Nel segno della continuità è infine la cartella «Colours» definita da 165 tonalità classiche che rappresentano degli evergreen per il guardaroba.

Ambiente: una priorità costante

L’attenzione per l’ambiente fa parte del DNA di Tollegno 1900, come confermano l’uso di tecnologie che, abbinando innovazione e rispetto per l’habitat, assicurano lavaggio e finissaggio a impatto zero. Il metodo «Washingballs» e «Brushing Balls» by Sergio Sala commercializzate da Iafil Spa è infatti una best practice aziendale tanto da essere stata applicata anche ai filati della collezione P/E 2021. L’anima green si legge inoltre in alcune delle certificazioni come RWS (standard relativo al benessere delle pecore e al rispetto del loro ambiente) e Nativa Precious Fiber che garantisce la qualità e la tracciabilità delle fibre di lana lungo tutta la catena del valore, assicurando capi autentici e realizzati con fibre naturali nel rispetto dell'ambiente e del benessere degli animali. «Tutto il nostro operato e le nostre scelte - spiegano da Tollegno 1900 - nascono dal desiderio di concorrere alla diffusione di una cultura sostenibile coerente con la nostra filosofia e dalla volontà di offrire ai nostri clienti filati e servizi qualitativamente ineccepibili e responsabili».

Un ulteriore riconoscimento all’importanza che l’azienda attribuisce alla preservazione dell’ambiente è arrivato anche dagli organizzatori di Pitti Immagine Filati che l’hanno nuovamente invitata ad esporre nell'area chiamata SustainAbility. Ad essere presentato sarà Explorer, uno dei filati più eco di Tollegno 1900 complice la sua naturale sostenibilità sottolineata dalla lavabilità ad acqua anche senza trattamento irrestringibile. A personalizzarlo in occasione della kermesse 2020 sarà la frase lavorata a Jaquard espressamente richiesta dai referenti della Fiera fiorentina «End Food Waste».