24 ottobre 2019
Aggiornato 06:00
Cinema

Angelina Jolie e Michelle Pfeiffer, a Roma le regine rivali di «Maleficent»

In sala il 17 ottobre il seguito del film con Elle Fanning nel ruolo di Aurora. Protagoniste di «Maleficent - Signora del Male» sono tre donne forti

Angelina Jolie e Michelle Pfeiffer a Roma per la presentazione di «Maleficent»
Angelina Jolie e Michelle Pfeiffer a Roma per la presentazione di «Maleficent» ANSA

ROMA - Le due regine rivali Angelina Jolie e Michelle Pfeiffer, ovvero Malefica e Ingrid, incantano Roma. Arrivate in città per presentare in anteprima europea come evento speciale di «Alice nella città» «Maleficent - Signora del Male», nei cinema dal 17 ottobre, le due attrici hanno incontrato prima i giornalisti e poi i ragazzi per parlare del film e non solo. Pfeiffer ha spiegato: «Nel film si parla di famiglia, di potere e diversità, di tolleranza, di salvaguardia del pianeta, di cosa sia veramente la forza. - ha detto - Ecco perché mi interessava così tanto prendere parte a questo secondo film».

3 tipologie diverse di donne forti

Protagoniste del film sono tre donne forti: Malefica, la figlia adottiva Aurora, interpretata da Elle Fanning, e Ingrid, sovrana del regno rivale a quello delle creature magiche. Pfeiffer ha detto: «Siamo tutte molto potenti, forti, anche se in maniera diversa. Abbiamo sempre detto che Aurora è la più saggia, la più resiliente e la più forte di noi tre». La Jolie ha precisato: «La forza di Aurora è la sua dolcezza, è tempo che le donne dolci mostrino che quella è la loro forza, che non si comportino come una tipologia diversa di donne forti».

Il tema della maternità

Uno dei temi forti del film è la maternità, tema particolarmente caro alle due attrici, entrambe madri di figli biologici e adottati. Jolie ha detto: «Malefica è arrivata alla maternità in modo molto inusuale, probabilmente ha creduto che non lo sarebbe mai diventata, come me, in qualche modo: quando ero giovane pensavo che non sarei stata abbastanza brava per essere la madre di qualcuno. - ha rivelato - Si fa molte domande, la maternità è la cosa in cui si mostra meno sicura di sé. Ho trovato interessante questo dissidio e probabilmente essere madre le salva la vita, le dà equilibrio. E' un po' squilibrata Maleficent...».

L'accettazione del diverso

L'accettazione del diverso è il tema portante di tutto il film, e a questo proposito Jolie ha detto: «La cosa che mi fa arrabbiare è la gente che non capisce la bellezza della diversità, di quanto possiamo imparare dall'altro, proprio perché siamo diversi. - ha affermato - Assistiamo a questa crescita dell'odio, delle divisioni, e su questo alcuni basano il loro successo politico, ma non potranno mai vincere, perché il mondo è un mondo bellissimo perché pieno di diversità, culture, persone. Siamo più forti se andiamo d'accordo e ci rispettiamo». Dopo pochi giorni dalla marcia per la salvaguardia del pianeta di tanti ragazzi, in tutto il mondo, la Jolie ha detto la sua su un altro argomento chiave di «Maleficent», quello della salvaguardia del pianeta: «Tanta gente si disinteressa dei problemi dell'ambiente e non si cura di quanto l'inquinamento potrà far male alle future generazioni, semplicemente guardano al business. Non è solo ignoranza, ma è tutto molto calcolato, è egoismo, crudeltà».