27 novembre 2020
Aggiornato 01:00
Fashion system

Moda: da oggi l'abito su misura si paga con la moneta virtuale

Lanieri, l'e-commerce di moda uomo sartoriale, è la prima azienda innovativa del settore ad aprire ai pagamenti in bitcoin la valuta virtuale che sta conquistando il mondo.

BIELLA – In una settimana interamente dedicata alla moda dove la presentazione delle novità sono all'ordine del giorno viene spontaneo pensare alle innovazioni del settore anche in termini tecnologici: dicono che sarà la moneta del futuro, e che chi ci avrà investito per primo possiederà dei patrimoni inestimabili. Di sicuro nell'ultimo anno il loro valore è cresciuto di quattro volte. Si tratta dei bitcoin la criptovaluta che inizia a diffondersi proprio ora in maniera massiccia. Ora chi li possiede già è interessato a spendere ed è proprio da questa presa di coscienza che Simone Maggi titolare di Lanieri, e-commerce biellese che vende abiti su misura di alta sartoria prodotti con le migliori stoffe del territorio, Ha deciso di accettare pagamenti in moneta virtuale. Tutto è nato dalla richiesta di uno dei suoi migliori clienti che aveva effettuato un ordine sostanzioso. Da quel momento la decisione di provare. Oggi Lanieri è è la prima startup del suo settore al mondo, e la prima azienda innovativa in Italia, ad accettare pagamenti in bitcoin. Un completo base, anziché pagarlo 700 euro, lo si potrà acquistare con 0,3 e 0,4 bitcoin.

Come funziona...
Per l'azienda biellese non c'è nulla da perdere: anche se il bitcoin è una moneta volatile ed il suo valore è altamente instabile. Simone Maggi ha dotato Lanieri e la sua piattaforma di e-commerce dipagamento Bitpay, un emule di PayPal dedicato alle criptomonete. In poche parole il cliente quindi versa dal suo borsellino virtuale la somma in bitcoin (facendo attenzione al tasso di cambio applicato), ma nelle casse di Lanieri, in cambio di una commissione, a entrare sono i vecchi cari euro. Insomma, spazio ai nuovi clienti con i borselli virtuali piedi di critpovalute da spendere.

Tecnologia, moda, tradizione
Intanto poco più di una settimana fa Lanieri ha lanciato la sua collezione A/I '17-'18 dal forte richiamo al mondo dei viaggi e della scoperta, soprattutto nella scelta dei materiali e della palette colori, ma mantenendo sempre un certo rigore british. Una moda dai colori classici che predominano come è tradizione nella terra d'origine del brand: oltre ai classici blu e grigi, sono colori molto caldi: il verde negli accessori, il bordeaux e il marrone nelle diverse varianti. Per i materiali un'altro ritorno alle origini con la calda flanella, anche quella cardata, molto spessa e ideale per la stagione invernale. Per un tocco originale è sempre presente il denim, non soltanto per le camicie, ma anche per il blazer. I tessuti scelti sono sempre di origine naturale: lane mixate al cashmere e alla seta. Lanieri continua a prestare molta attenzione a chi viaggia: tessuti water repellent non solo per gli abiti ma anche per i cappotti, natural stretch e la novità della collezione: le camicie no stir. Per chi impazzisce per le fantasie ecco fare capolino i microdesign e le fantasie a quadri tra cui il tartan. Ed ancora lo spigato, non solo negli abiti ma anche per i cappotti e gli accessori. La parola chiave però rimane «su misura»: la nuova campagna A/I '17-'18 gioca con un’iperbole visiva che sottolinea la completa possibilità di personalizzazione. Qualunque misura è vestibile, anche quelle surreali.